“Io capro espiatorio”, autore dell’app si difende

10

Londra, 21 mar. (AdnKronos) – Aleksandr Kogan si definisce un “capro espiatorio” per coprire le responsabilità di Cambridge Analytica e di Facebook. Il ricercatore dell’università di Cambridge di origini moldave, autore dell’app ‘This is Your Digital Life’, usata per raccogliere i dati degli utenti del social network e dei loro contatti, si sfoga in un’intervista alla Bbc, affermando di essere stato all’oscuro del fatto che i dati raccolti sarebbero stati usati per favorire l’elezione di Donald Trump.

Kogan si dice “stordito” dalle accuse lanciate contro di lui. “Gli eventi dell’ultima settimana sono stati uno choc e la mia opinione è che praticamente sto venendo usato come capro espiatorio sia da Facebook che da Cambridge Analytica”, afferma il ricercatore. “Ci era stato garantito da Cambridge Analytica che tutto era perfettamente legale ed entro i termini di servizio”, assicura Kogan, pur riconoscendo che “il grande errore che ho fatto è stato non fare abbastanza domande”.

L’app ideata da Kogan nel 2014 per Cambridge Analytica, in pratica un test sulla personalità da eseguire su Facebook, è stata usata per raccogliere i dati di circa 270mila utenti del social network e dei loro contatti. In questo modo, ha rivelato la ‘talpa’ di Cambridge Analytica Christopher Wylie, sono stati accumulati i dati di circa 50 milioni di utenti di Facebook, poi utilizzati per convogliare informazioni a scopi elettorali.