Io Sto Con Trame Africane 2014

32

Mercoledì 2 luglio 2014 alle ore 21,00, nel chiostro dell’Istituto Bartolo Longo in via Sacra a Pompei, l’appuntamento più atteso dagli amici e sostenitori di Trame Africane onlus: Mercoledì 2 luglio 2014 alle ore 21,00, nel chiostro dell’Istituto Bartolo Longo in via Sacra a Pompei, l’appuntamento più atteso dagli amici e sostenitori di Trame Africane onlus: “IO STO CON TRAME AFRICANE 2014”. Alla kermesse di quest’anno, organizzata con la regia di Paolo Caiazzo e condotta da Mariasilvia Malvone, si alterneranno molti degli amici, cabarettisti e musicisti, testimonial di Trame Africane. Tante sorprese in programma per quello che è divenuto un appuntamento imperdibile per i sostenitori della onlus. Una serata “speciale” dove gli artisti partecipano con generosità ed entusiasmo a conferma di quello che è lo spirito di condivisione di un sogno con un unico obiettivo: regalare sorrisi, non solo al pubblico presente, ma soprattutto alle famiglie, ai giovani e a tutti i bambini sostenuti dal Machaka Project. Il ricavato della serata sarà utilizzato per continuare i lavori di ristrutturazione del St. Therese Hospital di Kiirua, Kenya. “Il nostro ospedale è diventato, in poco tempo, il vero riferimento della regione del Meru, una struttura dove lo scorso anno abbiamo abbondantemente superato le 100.000 persone assistite e curate – afferma Pasquale Coppola, presidente di Trame Africane –. Il bisogno di una struttura ospedaliera, sicura ed efficiente come il St. Therese Hospital, che potesse dare una risposta concreta all’emergenza sanitaria del territorio era immenso, per questo la risposta delle persone del posto non è più una sorpresa bensì una responsabilità che cresce sempre più, ma che non ci spaventa. Da poco abbiamo completato la ristrutturazione e l’ampliamento delle aree destinate ai servizi: farmacia, cucina, fisioterapia, uffici, lavanderia. E realizzato un reparto con 9 stanze per il “Private”. Tantissimo è stato fatto e procede con successo ma tanto lavoro c’è ancora da fare, come la sistemazione della degenza della chirurgia e la pediatria. Chiaramente per fare ciò abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti e, come sempre, gli amici non si sono fatti attendere. A tutti coloro che ci hanno permesso di organizzare questo evento e a chi vi parteciperà da attore o spettatore va, come sempre, il nostro più sincero: Grazie di cuore!!!”.