Ipercoop, guai anche ad Avellino. Todisco scrive a Palmieri: no ai tagli al personale

94
In foto Francesco Todisco, consigliere regionale di Articolo Uno Movimento Democratico e Progressista

“Dalle notizie di stampa in merito al futuro dell’Ipercoop di Avellino, emerge che il piano industriale che ha in mente nuovo acquirente dello stabilimento di via Pescatori, non ci sia spazio per tutti i 138 dipendenti. La sforbiciata al personale si preannuncia violenta e riguarderebbe almeno 50 lavoratori. Un’ennesima vertenza che sta scoppiando nella nostra città, rispetto alla quale la Regione Campania deve far sentire la sua voce a sostegno non solo dei lavoratori, ma di quel che la Coop rappresenta”. A dichiararlo il consigliere regionale di Articolo Uno Mdp, Francesco Todisco, che chiede ufficialmente all’assessore regionale al lavoro, Sonia Palmeri, la convocazione urgente di un tavolo di concertazione.
“Occorre capire quale è il destino di questa struttura che, se confermato il piano industriale emerso da notizie di stampa e non ancora sottoposto all’attenzione delle organizzazioni sindacali, rischia di avere non soltanto risvolti nefasti di carattere occupazionale, ma anche sul piano sociale. Non va mai dimenticato, a mio avviso- spiega Todisco – che l’Ipercoop si caratterizza per il punto vendita, ma anche per la rete di soci molto forte da cui discende l’intera attività sociale della Coop. E’ perciò necessario che al tavolo regionale, partecipino non solo le organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori, ma anche una rappresentanza dei soci. Ai lavoratori, in sciopero ad oltranza, non va data la scontata piena solidarietà, ma garantito che le istituzioni non li abbandoneranno in questo momento di grande difficoltà e preoccupazione”.