Ischia Global Fest, presentata l’edizione 2018: un premio in ricordo di Carlo Vanzina

89

di Maridì Sessa

Grande attesa per la nuova edizione di “Ischia Global Fest”, in programma sull’isola verde dal 15 al 22 luglio. La kermesse cinematografica e musicale fondata e prodotta dal giornalista Pascal Vicedomini è stata presentata questa mattina a Napoli, nella sala “Giunta” del Palazzo della Regione Campania. Relatori: Vincenzo De Luca, governatore della Campania, Cheryl Boone Isaacs, presidente di Ischia Global 2018, già presidente dell’Academy Awards di Hollywood, Tony Renis, i sindaci di Ischia e di Lacco Ameno, Enzo Ferrandino e Giacomo Pascale e lo stesso Vicedomini.
“L’Ischia Global Fest” rappresenta una manifestazione di estrema rilevanza nel panorama dei grandi eventi della Regione Campania perché costituisce un momento molto significativo per le relazioni del mondo audiovisivo nazionale con quello internazionale, in particolare con Hollywood”, ha riferito Vincenzo De Luca – quest’anno il Festival di Pascal Vicedomini assume un significato particolare quale fondamentale e costruttivo ‘volano’ per il rilancio del turismo internazionale dell”Isola Verde’ attesa la calamità naturale che ha colpito il territorio lo scorso anno provocando danni rilevanti per l’immagine di Ischia, quale oasi felice di svago, benessere, vacanza. Ed ancora – ha proseguito De Luca – di grande apprezzamento è l’idea di Vicedomini di voler dedicare questa edizione del Festival al regista Carlo Vanzina, icona della commedia italiana del nostro tempo, spesso,come accade puntualmente, non valorizzato per il suo talento in vita come si conviene e celebrato invece dai posteri. La nostra Regione è un palcoscenico ineguagliabile di bellezze paesaggistiche ed artistiche, set ideale per qualunque produzione audiovisiva; a ciò si aggiunge il talento naturale, l’estro e la creatività dei suoi abitanti; pertanto ci stiamo adoperando per sostenere ogni iniziativa atta ad incrementare lo sviluppo di questo importante indotto economico per la nostra terra”.
Accanto a lui Vicedomini si è così espresso: “La XVI edizione di Ischia Global Fest vede assumere la presidenza con Cheril Boone Iscacs dal produttore Andrea Leone che insieme a Raffaella Leone e ai dirigenti di 01 Distribution, presenteranno in anteprima italiana ‘Sicario:Day of the Soldado’ di Stefano Sollima, il 15 luglio sera quale film di apertura della kermesse. Ho voluto dedicare questa edizione alla memoria di Carlo Vanzina, maestro della Commedia e Legend Award con l’istituzione del ‘Premio Carlo Vanzina-Prince of Comedy’ che sarà assegnato a Pio e ad Amedeo. Il riconoscimento è destinato a giovani artisti distintisi nel corso della stagione che sappiano raccontare la società, il costume, i vizi e le virtù degli italiani con leggerezza ed intelligenza”.
Ed ancora Tony Renis: “L’Ischia Global Fest, non è solo un festival cinematografico, ma nasce con l’intento di dare ampio spazio anche alla musica; in quest’ottica, segnalo qualche autorevolissimo ospite di quest’anno partendo da un mito di nome Quincy Jones per non parlare poi di Bocelli, Nina Zilli, il flautista Andrea Griminelli, Renato Zero, Fausto Leali, Enzo Gragnaniello, Franco Ricciardi, Clementino, Nelson accanto ad altri nomi del panorama musicale internazionale di altrettanto rispetto”.
Oltre 120 ospiti, già annunciati, provenienti da ogni parte del mondo, animeranno per tutta la settimana l’isola verde; tra questi molti esponenti del cinema italiano come Vincenzo Salemme, i registi Matteo Garrone, Edoardo De Angelis e Paolo Genovese, Carlo Buccirosso, Luca Ward, Paolo Conticini, Sebastiano Somma, Anna Falchi insieme a star del firmamento mondiale come i registi Terry Gulliam e Michael Radford, Bobby Moresco, Terry Gilliam, Bille August. Tra gli ospiti annunciati anche gli scrittori Maurizio De Giovanni e Valerio Massimo Manfredi, mentre da rilevare la partecipazione al Festival di Hayma Washington presidente degli Emmy Hawards, per la prima volta in Italia, a poche ore dalla attese nomination. Presente anche un ricco parterre di produttori da quelli italiani come Andrea Iervolino e Lady Monica Bacardi, Marco Belardi, Luciano Stella e Maria Carolina Terzi, Nando Mormone, Gaetano Di Vaio a qualli internazionali come Avi Lerner e Mark Canton. Da segnalare, tra le anteprime annunciate in cartellone oltre al film di apertura del festival già citato,“Skyscraper”, “55 Steps”, “The Man who Killed Don Quixote” , “Bent”, “All She Wrote” “The Domestics”, in anteprima europea, accanto alla proiezione speciale di “Stella’s Last Weekend” di Polly Draper, prevista domenica 22 luglio che narra la storia di due fratelli che scoprono di essere innamorati della stessa ragazza. Particolare attenzione come sempre anche ai giovani talenti con l’attivazione della Master Class da parte dell’Academy Masterclass Bernard Hiller che accoglierà ben 60 allievi provenienti da tutto il mondo. Nelle attività di Mister Hiller, anche il Social Forum -The Acting Process e la premiazione degli “Attori del futuro” espressi al termine del corso.