Ischia, restituito agli studenti l’istituto “Mattei”

47
Era rimasto chiuso da quando il terremoto, la notte del 21 agosto, ha fatto tremare la terra sull’Isola Verde, in particolare nei comuni di Casamicciola e Lacco Ameno. Ma oggi, grazie ai lavori effettuati dalla Città Metropolitana di Napoli che l’hanno messo in sicurezza e ne hanno ripristinato l’agibilità, l’Istituto ‘E. Mattei’ di Casamicciola Terme viene restituito ai suoi studenti. Circa 650 ragazzi che potranno rientrare nella loro scuola e potranno dire addio ai doppi turni, così come gli allievi dell’Einstein di Lacco, costretti anch’essi a rotazioni nella sede principale di Ischia per fare spazio ai colleghi meno fortunati. La cerimonia di inaugurazione si è svolta questa mattina. Insieme con i ragazzi, il sindaco della Città metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, il Consigliere Metropolitano Delegato all’Istruzione e all’edilizia scolastica, Domenico Marrazzo, il dirigente scolastico dell’istituto, Antonio Siciliano, il sindaco di Casamicciola, Giovan Battista Castagna, il vescovo della Diocesi di Ischia, Monsignor Pietro Lagnese, e i sindaci degli altri Comuni dell’Isola d’Ischia.La struttura di via Principessa Margherita che ospita l’Itcg ‘Mattei’ si sviluppa su cinque livelli, con una palestra collegata al corpo aule da un lungo corridoio. Il sisma causò danni agli intonaci, sia interni che esterni, ai tramezzi, alle tompagnature, tanto che fu subito dichiarata completamente inagibile. Al fine di rimuovere il pericolo legato alla possibile caduta delle parti danneggiate e contestualmente poter prendere meglio visione dei danni subiti dall’immobile, nei giorni immediatamente successivi il 21 agosto la Città Metropolitana ne dispose la spicconatura e la messa in sicurezza.