Ischia, il sindaco revoca le dimissioni

31
in foto Enzo Ferrandino

Il sindaco di Ischia, Vincenzo Ferrandino (Pd), ha ritirato nel pomeriggio le dimissioni che aveva presentato formalmente nel corso del Consiglio comunale dello scorso 12 giugno e che aveva formalizzato il giorno dopo protocollandole agli atti. Dimissioni che rientrano grazie al cambio di casacca di due consiglieri di opposizione che passano in maggioranza, Mazzella e Sorrentino. Circostanza questa evidenziata dal sindaco in una nota: “Vista la nota a firma dei consiglieri comunali Antuono Sorrentino e Antonio Mazzella, dalla quale è emersa la disponibilità a creare un rapporto organico con il gruppo di maggioranza nel più ampio quadro di un rinnovato assetto amministrativo”, Ferrandino intende “proseguire nell’azione di governo del Comune di Ischia confermando la volontà di continuare a ricoprire la carica di sindaco”. Cosi’ lo stesso sindaco in una comunicazione inviata al Prefetto di Napoli e al Consiglio comunale di Ischia aggiungendo che alla rosa dei quattro assessori nominati nelle ultime settimane (dopo un anno di giunta tecnica) si aggiunge il nome dell’esterna Roberta Boccanfuso, figlia dell’ex vice sindaco Luigi Boccanfuso che si dimise anni fa per contrasti interni con l’allora sindaco Giosi Ferrandino. E’ quindi rimasta insanabile la frattura con la componente di quattro consiglieri comunali della ex maggioranza che fanno capo a Giosi Ferrandino, ex sindaco ed europarlamentare dallo scorso giugno, subentrato al dimissionario Gianni Pittella. Per i quattro consiglieri, eletti nella civica “Vivere Ischia” il consigliere Pasquale Balestrieri dichiara: “come mai 10 giorni fa con un solo consigliere in più il sindaco non aveva la maggioranza per governare, mentre oggi sempre solo con un consigliere in più si sente di andare avanti e governare?”.