Ismea, progetti di filiera agroalimentare: nuovo strumento di sostegno

49

È stato lanciato il nuovo strumento finanziario messo a punto dall’Ismea per sostenere economicamente i progetti di sviluppo della filiera agroalimentare italiana. Lo strumento, denominato “Ismea Investe”, prevede interventi di equity, quasi equity, prestiti obbligazionari e strumenti finanziari partecipativi fino a 20 milioni di euro per le società di capitali che presentano piani di investimento nel settore della produzione agricola e dell’agroindustria, comprese le attività commerciali e logistiche. La presentazione dello strumento è avvenuta nell’ambito di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, il presidente dell’Ismea, Angelo Frascarelli, il presidente di Cesena Fiera, Renzo Piraccini, e il responsabile della direzione Servizi per le imprese Ismea, Giorgio Venceslai. Nel corso dell’incontro, hanno portato le loro testimonianze le aziende Fileni, Planet Farm, Pomeo e Joinfruit (Sanifrutta), che hanno usufruito degli strumenti finanziari messi in campo da Ismea per sostenere i propri piani di investimento. ”Ismea accompagna lo sviluppo delle aziende – ha dichiarato il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli – con molti strumenti: dalle analisi di mercato agli interventi di sostegno e impulso all’imprenditoria femminile e giovanile come ‘Donne in campo’ e la misura ‘Più impresa’, sino alle garanzie che hanno operato con una particolare intensità in epoca Covid per sostenere la liquidità delle aziende. A questi strumenti si affianca oggi l’implementazione di un nuovo prodotto finanziario che opera a condizioni di mercato e si rivolge alle società di capitali. Ismea investe è un prodotto che dà una risposta a una delle principali fragilità del sistema aziendale italiano: la sottocapitalizzazione che rappresenta un freno all’accesso al credito e alle politiche di sviluppo e investimento del settore”.