“Isole fantastiche”, Bnl porta i ragazzi nei musei d’arte

42

Bnl Gruppo Bnp Paribas partecipa, per il quarto anno consecutivo, al Festival della Cultura Creativa promosso e realizzato dalle banche con il coordinamento dell’Abi, confermando il proprio impegno a favore della diffusione della cultura e l’attenzione verso le giovani generazioni. L’iniziativa, informa una nota, si svolgera’ nella settimana dal 3 al 9 aprile con l’obiettivo di stimolare la creativita’ dei ragazzi delle scuole elementari e medie attraverso diverse modalita’ di espressione come, ad esempio, l’arte, la musica, il teatro, la fotografia e le tecnologie digitali, coinvolgendo tutte le realta’ attive (scuole, associazioni culturali, musei, biblioteche etc) sul territorio. Il tema scelto dall’Abi per la quarta edizione del Festival e’ “Il buon viaggio – muoversi e crescere tra i sentieri dell’arte, della scienza e della creativita’”, un filo rosso che colleghera’ idealmente tutte le iniziative proposte e realizzate dalle banche che aderiscono alla manifestazione. Bnl Gruppo Bnp Paribas, in particolare, ha scelto di proporre una serie di laboratori educational dal titolo “Le Isole fantastiche”, un inaspettato giro del mondo solcando mari, esplorando isole e immaginando nuove culture, in collaborazione con Amaci (Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani). La Banca promuove, infatti, nei Musei d’Arte Contemporanea di 12 citta’ italiane – Bologna, Bolzano, Firenze, Matera, Milano, Napoli, Prato, Rivoli, Roma, Rovereto, Torino e Venezia, – una serie di laboratori didattici che vedranno circa duemila bambini e ragazzi dalla quarta elementare alla seconda media coinvolti in diverse attivita’ di gruppo. Stimolati da un video tutorial, realizzato dall’artista Matteo Rubbi, i giovani partecipanti, raggruppati in gruppi da 25, immagineranno e realizzeranno la propria personale isola, determinandone forma, dimensione, vegetazione, fauna, geologia e attribuendole un nome, frutto della loro fantasia. Le diverse isole create costituiranno degli arcipelaghi, unici ed originali. L’insieme di tutti gli arcipelaghi dara’ vita ad una nuova ed inedita “mappa del mondo”. I Musei d’Arte Contemporanea coinvolti nell’iniziativa sono: il Mambo a Bologna, la Fondazione Museion a Bolzano, il Museo Marino Marini a Firenze, il Musma a Matera, il Museo del Novecento e il Pac a Milano, il Museo Madre e Castel Sant’Elmo a Napoli, il Centro Luigi Pecci a Prato, il Castello di Rivoli a Rivoli (TO), la Gnam, il Maxxi e il Macro a Roma, il Mart a Rovereto-Trento, la Gam a Torino e Ca’ Pesaro a Venezia.