Israele, Premio Sirena d’Oro: il 6 e 7 marzo anteprima a Zichron Yaakov

27

C’è tempo fino al 29 febbraio per partecipare alla 18ma edizione del Sirena d’Oro, il premio dedicato agli oli extravergine di oliva a Denominazione di Origine Protetta, Indicazione Geografica Protetta e da Agricoltura Biologica di produzione Italiana, in programma a Sorrento dal 27 al 29 marzo. Promossa dal Comune di Sorrento e dalla Coldiretti Campania, con il patrocinio di Unioncamere Campania, in collaborazione con Associazione Oleum, Gal Terra Protetta, Associazione Aprol Campania, Unaprol e Associazione Nazionale Donne dell’Olio, anche quest’anno la manifestazione sarà aperta al confronto internazionale, con la presenza di eccellenze olivicole di Israele, Portogallo, Giappone e anche Cina (e ci sono ancora forti incognite quindi per l’attesa presenza dei produttori a causa del blocco dei voli dalla Cina). Il 6 e il 7 marzo inoltre a Zichron Yaakov, a pochi chilometri da Tel Aviv, si terrà una prova di assaggio che vedrà protagonisti oli campani ed israeliani. Sarà inoltre svolto un seminario al quale parteciperà l’ambasciata italiana. Verranno illustrate le peculiarità delle cinque aree degli oli a Dop campani: Cilento, Colline Salernitane, Irpinia Colline dell’Ufita, Penisola Sorrentina e Terre Aurunche. “Quest’anno la scheda di assaggio sarà elettronica, per conferire maggiore trasparenza alle operazioni tecniche di assaggio – ha detto il presidente del comitato esecutivo del Sirena d’Oro, Tullio Esposito -. Israele è il paese che si aggiunge alle altre nazioni già stabilmente inserite nel contesto della manifestazione: Portogallo, Giappone e Cina. Tra le curiosità, si segnala ‘L’olio dei due vulcani’. Dall’esperienza siciliana dell’anno scorso è nato un brand delle varietà che caratterizzano l’area olivica catanese e quella sorrentina, che farà da ambasciatore della qualità negli appuntamenti del Sirena d’Oro. Per il prossimo anno speriamo di poter fare lo stesso con un olio israelo-sorrentino”. Oltre alle Sirene d’oro, d’argento e di bronzo, la manifestazione prevede il Premio Speciale Campania, assegnato al miglior olio campano Dop e Bio, il Premio Speciale della Stampa, individuato da panel di assaggio composto da giornalisti di settore tra i migliori oli vincitori delle altre sezioni e il Premio Speciale “Gaetano Avallone” intitolato alla memoria del presidente dell’associazione Oleum scomparso lo scorso anno. Nuovo ingresso, il Premio Speciale Olio “Dono di Athena”, riservato agli oli extravergine di oliva prodotti da aziende condotte da donne e promosso dall’Associazione Nazionale Donne dell’Olio. Il Sirena d’Oro prevede inoltre, dal 28 febbraio all’1 marzo, il concorso “Mastro Potino” che incoronerà il miglior potatore di alberi di ulivo.