Istat, l’occupazione torna a crescere anche tra i giovani (+5,7%)

46

Dopo il calo degli ultimi due mesi, ad aprile gli occupati aumentano dello 0,7 per cento (+159 mila) rispetto a marzo e tornano ai livelli registrati a fine 2012. Lo rende noto l’Istat che rileva come il tasso di occupazione, pari al 56,1 per cento, cresce nell’ultimo mese di 0,4 punti percentuali. Rispetto ad aprile dello scorso anno, l’occupazione e’ in aumento dell’1,2 per cento (+261mila) e il tasso di occupazione di 0,7 punti. I disoccupati diminuiscono su base mensile dell’1,2 per cento (-40mila). Dopo l’incremento degli ultimi due mesi, ad aprile il tasso di disoccupazione cala di 0,2 punti percentuali, arrivando al 12,4 per cento. Nei dodici mesi il numero di disoccupati e’ diminuito dello 0,5 per cento (-17mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni mostra nell’ultimo mese un calo dello 0,7 per cento (-104mila). Il tasso di inattivita’ – segnala ancora l’istituto di statistica – diminuisce di 0,3 punti percentuali, attestandosi al 35,8 per cento, lo stesso valore di settembre 2014, il livello piu’ basso dal 2004. Su base annua gli inattivi diminuiscono del 2,3 per cento (-328mila) e il tasso di inattivita’ di 0,7 punti. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo febbraio-aprile 2015 cresce il tasso di occupazione (+0,1 punti percentuali), mentre diminuiscono sia il tasso di disoccupazione (-0,1 punti) sia il tasso di inattivita’ (-0,1 punti).

Under 24, segnali positivi
La crescita dell’occupazione registrata ad aprile coinvolge anche i più giovani. Gli occupati 15-24enni sono 946 mila, in aumento del 5,7% rispetto a marzo (+51 mila). Il tasso di occupazione giovanile, pari al 15,9%, cresce di 0,9 punti percentuali rispetto al mese precedente. Il numero di giovani inattivi è in calo dell’1,0% nel confronto mensile (-44 mila). Il tasso di inattività dei giovani tra 15 e 24 anni diminuisce di 0,7 punti percentuali, arrivando al 73,1%. In termini tendenziali, rispetto ad aprile 2014, si osserva un aumento del numero di giovani occupati (+4,1%, pari a +37 mila), a fronte di un calo che interessa sia i disoccupati (-5,5%, pari a -38 mila) sia gli inattivi (-0,7%, pari a -32 mila). Con riferimento alla media degli ultimi tre mesi, per i giovani 15-24enni si osserva un calo dell’occupazione (-0,6%) e dell’inattività (-0,2%) e un aumento della disoccupazione.