Italia-Cina: il Mise lancia la task force per rafforzare relazioni

34

Il ministero dello Sviluppo economico, su impulso del vicepresidente del Consiglio e ministro Luigi Di Maio e del sottosegretario Michele Geraci, ha costituito la task force Cina, un meccanismo operativo di lavoro, cooperazione e dialogo fra governo, associazioni di categoria e società civile, volto all’elaborazione di una nuova strategia nazionale di sistema, destinata a rafforzare le relazioni economiche e commerciali con la Cina. Lo comunica il Mise in una nota. La costituzione della task force è una iniziativa che s’inserisce nelle linee guida per l’internazionalizzazione definite dalla cabina di regia presieduta da Mise e Maeci, in costante concerto con Mef, Miur, Mit, Mipaaft, ministero degli Interni e Mibac. Essa si colloca nel solco di continuità tracciato dalla visita di Stato del Presidente della Repubblica Mattarella in Cina del febbraio del 2017. La task force Cina verrà coordinata dalla segreteria del sottosegretario Geraci e si avvarrà del contributo, output e know-how delle direzioni generali del Mise e del Maeci competenti in materia di politica commerciale internazionale e di internazionalizzazione e promozione degli scambi e del retreat annuale di Yanqi Lake coordinato dall’ambasciata d’Italia in Cina. La velocità con cui la Cina sta trasformando il proprio sistema rende obsoleti molti degli schemi di analisi tradizionali dello sviluppo economico. La costituzione della task force Cina è quindi dettata, inter alia, dall’opportunità di costituire un meccanismo di analisi in grado di reagire alla stessa velocità, onde evitare di restare a guardare passivamente l’asse mondiale spostarsi verso est.