Italia-Cina, a ottobre a Pechino e Jinan la Settimana dell’innovazione, scienza e tecnologia

23

Imprenditori, ricercatori e responsabili istituzionali italiani parteciperanno alla prossima edizione della Settimana Cina-Italia dell’innovazione, della scienza e della tecnologia in programma nelle città di Pechino e Jinan dal 28 al 31 ottobre. Seminari tematici, tavoli di networking, incontri “one to one” e un’intensa azione di promozione istituzionale scandiranno, sotto l’egida dei rispettivi governi, il ritmo del programma di cooperazione bilaterale avviato dieci anni fa tra Italia e Cina allo scopo di valorizzare i sistemi innovativi di ricerca e impresa. La Settimana Cina-Italia dell’innovazione avrà quest’anno un particolare rilievo anche grazie agli accordi siglati nell’ambito del memorandum d’intesa firmato in occasione della visita del presidente cinese Xi Jinping in Italia, nonché in vista del 50mo anniversario delle relazioni diplomatiche nel 2020.
La manifestazione rappresenta il momento centrale di una piattaforma di cooperazione permanente che contraddistingue le collaborazioni tra Italia e Cina nel campo della ricerca e della tecnologia. La Settimana si tiene alternativamente in Italia e in Cina e prevede manifestazioni di promozione e attività di networking tra i sistemi di impresa e di ricerca più innovativi dei due paesi. Nel dettaglio il programma prevede: il 28 ottobre a Pechino lo svolgimento del Sino-Italian Exchange Event; il 29 ottobre, sempre a Pechino, la celebrazione del decimo anniversario del China-Italy Innovation Forum, alla presenza dei ministri della Ricerca Marco Bussetti e Wang Zhigang; il 30 ottobre sono previste visite a poli di innovazione e centri di eccellenza; il 31 ottobre (Jinan) il focus territoriale nella capitale dello Shandong, un’area tra le più avanzate scientificamente, sede del primo centro cinese di super-computing.
In occasione della manifestazione si svolgeranno inoltre le finali della Best Start-up Showcase Entrepreneurship Competition (Bssec). La Bssec è un programma di promozione nel mercato cinese di start-up e piccole e medie imprese innovative coordinato in Cina dall’International Technology Transfer Network (Ittn) e in Italia da Città della Scienza in collaborazione con l’incubatore d’impresa Campania Newsteel. Le start-up italiane coinvolte nella competizione sono state complessivamente 90 e sono state selezionate in occasione dell’edizione 2018 della Settimana Italia-Cina dell’innovazione. Suddivise per settori strategici di appartenenza, le 90 start-up sono state distribuite in tre gruppi rispettivamente centrati su Intelligent Equipment & Digital Economy, Sustainability & Green Innovation e Big Data & Comprehensive Health. Infine, in occasione del decimo anniversario del Forum sarà allestita un’area espositiva per presentare i risultati della cooperazione tra istituzioni e imprese italiane e cinesi.
Alla Settimana Cina-Italia dell’innovazione possono partecipare le imprese e tutti i soggetti pubblici e privati (centri di ricerca, università, cluster tecnologici nazionali, imprese e start-up, distretti innovativi, parchi scientifici e tecnologici, associazioni di categoria) con una sede in Italia, attivi nell’innovazione di prodotto e processo o nella ricerca scientifica e tecnologica, e che hanno interesse a confrontarsi con potenziali partner della Repubblica Popolare Cinese. La partecipazione alla manifestazione, agli incontri e alle sessioni di lavoro è gratuita ma è subordinata alla compilazione del modulo di registrazione. Per partecipare alla Settimana è necessario rispondere al bando pubblicato sul sito di Città della Scienza. La data di scadenza per l’iscrizione alla manifestazione è fissata al: 31 luglio 2019 per chi vuole proporre un intervento nei seminari tematici e trasmettere una prima lista di progetti per gli incontri “one to one”; 27 settembre 2019 per coloro che sono interessati a partecipare agli incontri.
La Settimana è promossa in Italia dal ministero della Pubblica istruzione (Miur) in sinergia con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale (Maeci), dalla Regione Campania per il Sino-Italian Exchange Event (Siee), ed è coordinata dalla Città della Scienza di Napoli, in collaborazione con il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), Confindustria, i Cluster Tecnologici Nazionali e Campania NewSteel e Pni Cube per il programma delle start-up. Da parte cinese, il programma è promosso dal ministero della Scienza e della tecnologia (Most) e coordinato dal Beijing Municipal S&T Commission, e dall’International Technology Transfer Network per il programma start-up, oltre che dalla Beijing Association for Science and Technology (Bast) per il Siee, a sua volta membro della Chinese Association for Science and Technology (Cast).