Italia, due ricercatori di Parma nella lista dei più citati al mondo

30

Due ricercatori dell’Università di Parma compaiono nella classifica “Highly Cited Researchers 2017” stilata dall’agenzia Thomson-Reuters, che elenca gli studiosi più citati al mondo. Si tratta di Giuseppe Mingione, docente di Analisi Matematica al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche, e di Nicoletta Pellegrini, docente di Nutrizione umana applicata al Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. Mingione compare nell’area Mathematics, che comprende 95 ricercatori, mentre Pellegrini in quella Agricultural Sciences (156 ricercatori). Tra le istituzioni di ricerca italiane (atenei, enti di ricerca, istituzioni private) spiccano nella classifica le Università di Bologna, Pavia e Torino e il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Subito dopo si colloca l’Università di Parma. La lista viene compilata ogni anno da Thomson Reuters, che cura la banca dati di ricerca Isi, includendo i ricercatori (del mondo accademico e non) che hanno avuto maggiore impatto negli ultimi dieci anni a livello mondiale, e rappresenta uno degli strumenti più usati per valutare la ricerca effettuata nei singoli atenei.