Italia-Madagascar, nuove opportunità per le Pmi italiane

17

Dalla costruzione di infrastrutture e grandi opere alla pesca, dall’agricoltura all’implementazione dei pagamenti monetari, dalle risorse idriche alla sicurezza alimentare. Questi i principali ambiti di dialogo tra l’Italia e il Madagascar al centro di una intensa tre giorni di lavori, che si chiusa oggi a Roma, coordinata da Unimpresa con l’obiettivo di creare nuove opportunità di sviluppo per le piccole e medie imprese italiane. Centrale, nell’interlocuzione tra i due sistemi-paese, informa una nota, sarà il protocollo d’intesa siglato martedì 17 ottobre, nella sede dell’ambasciata della Repubblica democratica del Madagascar, dal presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara, e dal presidente della Chambre de commerce de l’industrie Italie-Madagascar, Ciro Visone. L’intesa rientra in una serie di accordi sottoscritti e promossi da Unimpresa in questi giorni. Accordi che, nel complesso, mirano a migliorare la performance italiana in ricerca, sviluppo e innovazione per conseguire gli obiettivi di cooperazione e sviluppo, nonché per aumentare la capacità di sviluppo sostenibile del Madagascar di attrarre risorse economiche internazionali ed europee. Tra le intese raggiunte, quella che prevede la condivisione delle prossime uscite dei bandi pubblici di cooperazione internazionale.