Italia, Marchesi di Barolo punta con Cdp ai mercati di America e Nord Europa

42

Marchesi di Barolo, grazie al Gruppo Cdp, rafforza le proprie esportazioni di vino verso Germania, Usa, Canada, Norvegia e Danimarca. La storica cantina cuneese produttrice di Barolo, Dolcetto d’Alba, Barbera, Barbaresco e Nebbiolo – nata all’inizio dell’Ottocento nel cuore delle Langhe piemontesi – è infatti una delle numerose aziende italiane che nel mese di aprile hanno ottenuto il sostegno di Simest, società che insieme a Sace costituisce il Polo italiano dell’export e dell’internazionalizzazione.
Si tratta di circa 90 imprese che potranno contare su finanziamenti complessivi per circa 34 milioni di euro, finalizzati a promuovere i propri prodotti in 16 Paesi: Albania, Arabia Saudita, Australia, Canada, Cina, Congo, Costa d’Avorio, Emirati Arabi, Etiopia, Ghana, Marocco, Russia, Serbia, Singapore, Ucraina e Usa.
Tra queste anche La Fabbrica di Castel Bolognese (Ra) – attiva nella produzione e commercializzazione di pavimenti e rivestimenti in ceramica di alta qualità interamente Made in Italy. L’azienda, che è anche cliente di Sace, grazie al finanziamento Simest, realizzerà una struttura commerciale a Chicago, che le permetterà di rafforzarsi sul mercato locale.