Italia, Premio Cinzia Vitale allo scienziato dell’Università di Cambridge Michele Vendruscolo

24

Michele Vendruscolo, scienziato dell’Università di Cambridge, è il vincitore del Premio Cinzia Vitale 2024 che, annualmente, viene assegnato a chi ha messo il proprio sapere a disposizione della promozione della cultura e della scienza, incentivando e sostenendo una più completa formazione umana e sociale nel mondo. La consegna del riconoscimento avverrà il prossimo 18 marzo, a Trieste, al Gran Galà di Primavera della Vitale Onlus. All’evento, patrocinato dalla Camera dei deputati, sarà conferita anche la borsa di studio per la pace Nelson Mandela, vinta da una studentessa ucrina del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, Anastasiia Kulinska, che applica il pensiero di solidarietà tra popoli dell’attivista sudafricano. Nel corso del Gran Galà di Primavera, sostenuto dalla BCC Venezia Giulia, verranno consegnate anche le benemerenze Filo di Seta e Spiga di Grano della onlus presieduta dal giornalista Roberto Vitale: i premiati con il Filo di Seta 2024 sono Vladimir Nanut, fondatore e amministratore delegato del MIB Trieste School of Management, Francesco Granbassi, presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia Politeama Rossetti, la pittrice Serena Paoli, Andrea Zacchei, scienziato dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e Uri Wiesenfeld, ginecologo dell’ospedale infantile Burlo Garofolo. Con le Spighe di Grano 2024 della Vitale Onlus sono stati premiati la ricercatrice argentina dell’Istituto Nazionale Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS Silvina Julieta Logarzo, Damiano Pizzol, direttore sanitario ENI in Mozambico, Elisa Cozzi, ricercatrice all’Università di Oxford, la scienziata indiana dell’International for Genetic Engeneering and Biotechnology – ICGEB Kirti Shila Sonkar e la ricercatrice etiope Fetenech Meskele Ganebo del TWAS, Accademia mondiale Scienze per progresso della scienza nei Paesi in via di sviluppo.