Italia-Russia: celebrazioni nascita di Gorkij, sabato convegno a Sorrento

24
in foto Maksim Gorkij

Ad oltre ottant’anni dalla scomparsa, resta uno dei piu’ importanti scrittori e drammaturghi russi, e tra i più grandi della letteratura di tutti i tempi. Molte delle sue opere furono realizzate durante il soggiorno al Capo di Sorrento, nella villa ‘Il Sorito’ meta, dal 1924 al 1933, di intellettuali, artisti e politici giunti dalla sua madrepatria. Un legame ancora saldo, quello tra la penisola sorrentina e Maksim Gorkij, come testimoniano le varie edizioni del premio di letteratura e traduzioni a lui dedicato e la recente missione a Mosca, San Pietroburgo e Plyos di una delegazione del Comune di Sorrento, per stringere nuovi accordi con organismi governativi, enti museali ed associazioni, per scambi culturali e turistici. Una nuova tappa nel percorso delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita sara’ ‘Ritorno a Sorrento’, l’evento in programma per sabato 27 ottobre nella cittadina del Napoletano, al quale prenderanno parte esponenti del mondo della cultura e delle istituzioni della Federazione Russa e dell’Italia. La giornata sara’ preceduta da un convegno ospitato dal 25 al 26 ottobre, a Napoli, presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, con la partecipazione di studiosi provenienti da tutto il mondo. L’omaggio di Sorrento al padre del movimento culturale e artistico noto come realismo socialista prendera’ il via con lo scoprimento a piazza della Vittoria di un monumento in bronzo che raffigura Gorkij, realizzato da Aleksandr Rukavishnikov, membro effettivo dell’Accademia russa delle Belle Arti e tra i piu’ noti artisti contemporanei. L’opera, alta 2 metri e mezzo per una tonnellata di peso, e’ stata donata alla citta’ dai coniugi Timerbulat e Inga Karimov, ai vertici del Fondo delle Letterature Nazionali. Timerbulat Karimov sara’ nella citta’ del Tasso anche in qualita’ di sindaco di Plyos, localita’ sulle rive del Volga che organizza ogni anno rassegne e manifestazioni culturali e sede, durante tutto il 2018, di numerosi eventi dedicati all’Italia, per promuovere la diffusione della conoscenza delle nostre eccellenze.