‘Italiani muoiono tardi’, Padoan smentisce bufala

23

Roma, 22 ott. (AdnKronos) – “No”: è questa la secca replica che il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, affida a un tweet con il quale risponde a un altro tweet in cui gli si chiede se “davvero pochi giorni fa ha detto che le #pensioni ci costano troppo xché gli italiani muoiono troppo tardi?”. Pronta arriva la risposta: “Gentile signora, la risposta è ‘no’. Se vuole, legga in questa analisi come si diffondono #bufale così”.

Tutto nasce dal titolo di apertura di un quotidiano, nei giorni scorsi, che attribuisce a Padoan la dichiarazione secondo la quale “Gli italiani non muoiono mai”. Ma, oltre a rispondere con il tweet, il titolare di Via XX Settembre indica un link a un testo del portavoce nel quale vengono riportate le argomentazioni e le risposte fornite, nel corso della trasmissione ‘Radio Anch’io’, storica trasmissione di Radio Uno, nella quale Padoan è intervenuto il 17 ottobre scorso e ha illustrato i principi generali del disegno di legge di bilancio per il 2018.

“Un ascoltatore – si legge nel testo- ha posto una domanda sulle pensioni: in particolare sulla possibilità di interrompere l’adeguamento automatico dell’età di accesso alla pensione all’aspettativa di vita della popolazione. Il ministro ha risposto che il meccanismo di adeguamento serve a tenere in equilibrio i conti della previdenza sociale nella prospettiva che la vita media si allunghi”.

“Le agenzie di stampa – prosegue il testo – riportano la risposta fedelmente, con sfumature leggermente diverse”. Un’agenzia delle 8,56 riporta: “’C’è una legge concordata in sede Ue che tiene conto dell’allungamento delle aspettative di età’, ma ci sono anche ‘molti meccanismi introdotti per affrontare la questione, come per i lavoratori usuranti che hanno diritto ad andare in pensione prima’”. Un’altra agenzia pochi minuti dopo scrive: “’E’ una legge concordata in sede europea che tiene conto dell’aspettativa di vita, un meccanismo che ha a che fare con la demografia’. Secondo il ministro ‘il nostro sistema è uno dei più equi d’Europa e l’equità e l’inclusione sono rafforzati. Abbiamo messo risorse per una crescita inclusiva, per vaste e crescenti zone della popolazione’”.

E, ancora un altro lancio di agenzia alle ore 9,16, scrive: “’Per quanto riguarda l’età pensionabile, è una legge concordata in sede europea che tiene conto dell’allungamento dell’aspettativa di età’”. Alle 9,36 un’altra agenzia riferisce: “E’ una legge già applicata, concordata in sede Ue, che ha a che fare con l’aspettativa di vita e la demografia’”.

“Chiaro, no?”, sottolinea il testo del portavoce. E, prosegue, riportando il titolo di apertura di un quotidiano il giorno dopo: “‘Gli italiani non muoiono mai’ tra virgolette (che dovrebbero indicare la riproduzione letterale di quanto pronunciato) e preceduto dall’occhiello ‘Il disappunto di Padoan’.