Itinerari culturali: finanziamenti fino a 250mila euro

95

Il Programma europeo Cosme mette a disposizione 1.650.000 euro, con contributi fino al 75 per cento dei costi sostenuti, per lo sviluppo di progetti nel settore del turismo culturale Il Programma europeo Cosme mette a disposizione 1.650.000 euro, con contributi fino al 75 per cento dei costi sostenuti, per lo sviluppo di progetti nel settore del turismo culturale transnazionale e del turismo accessibile a tutti. Due le azioni previste dal bando: “Patrimonio culturale e industriale: progetti di cooperazione a sostegno del turismo transnazionale basato sul patrimonio culturale e industriale europeo” (tema A) e “Turismo accessibile per tutti: piani di capacity building per rafforzare l’imprenditorialità e la gestione del turismo accessibile” (tema B). Patrimonio culturale Per la prima azione i progetti potranno riguardare una o più delle priorità individuate dal bando: combinazione di patrimonio industriale e industria vivente (ad esempio, visita a imprese e ai loro musei), a condizione che si rispetti il principio che il progetto non abbia scopi di lucro; prodotti che fanno riferimento a figure storiche universalmente conosciute (europee o vissute in Europa) o eventi europei (turismo della memoria/ricordo, ad esempio collegati alla seconda guerra mondiale, rivolti in particolare ai giovani); prodotti relativi al patrimonio marittimo e costiero; prodotti concentrati sulla migrazione (visita nei luoghi degli antenati); itinerari gastronomici collegati a un “racconto” europeo (ovvero dove l’alimento è stato per la prima volta introdotto, come si è propagato nel resto d’Europa, descrizione dei suoi itinerari commerciali e dei diversi modi di prepararlo);turismo basato sull’esperienza (ad esempio i turisti vivono per un periodo la vita della comunità che li ospita, come quella dei pescatori, o sono invitati a realizzare da sé delle ceramiche dopo aver visitato un museo o una fattoria). Turismo accessibile La seconda azione consiste, invece, nel dotare i manager del turismo, le organizzazioni nazionali e locali del turismo e le altre autorità pubbliche di strumenti concettuali e pratici che permettano loro di sviluppare politiche, strategie, marketing e pianificazione di prodotto per il turismo accessibile. Destinatari I progetti devono essere presentati in partenariato: per la prima azione da almeno cinque partner, di cui un’autorità pubblica e due Pmi. Per la tematica B i partner devono essere almeno tre, tra cui un’autorità pubblica e un fornitore di formazione in tema di turismo (università, scuole, fornitori di formazione professionale e una federazione di imprese o Camere di commercio, industria e artigianato). Scadenza Per i progetti legati al turismo culturale il contributo massimo può arrivare fino a 250 mila euro; per il turismo accessibile il tetto è di 180 mila. La scadenza per la presentazione delle proposte, per entrambe le azioni, è il prossimo 21 ottobre.


Risorse complessive 1.650.000 euro Azioni Patrimonio culturale e industriale Turismo accessibile Contributo massimo 250 mila euro a progetto (turismo culturale) 180 mila euro a progetto (turismo accessibile) Beneficiari Autorità pubbliche Centri di formazione accademica Centri di ricerca Pmi Agenzie di viaggio e tour operator Camere del commercio Organizzazioni no-profit Scadenza 21 ottobre 2014
+++turismo-CULTURALE++++.pdf