Jaked, costume speciale per Federica Pellegrini nel giorno del suo trionfale addio al nuoto agonistico

60

Per la conquista, ieri a Riccione, del suo 130° titolo tricolore, con il quale ha chiuso trionfalmente la sua carriera agonistica, Federica Pellegrini ha indossato un costume tricolore Jaked realizzato per l’occasione. Un importante successo di immagine per l’azienda che esiste dal 2008 ed è un marchio tutto made in Italy (è nato in Campania) “che ha segnato – si legge in una nota – una svolta nell’ambito dello swimwear tecnico, con il Super-body Jaked J01, un costume da gara altamente innovativo per la sua tecnologia costruttiva, definita “termo-saldatura” e il suo materiale performante, a base poliuretanica 100%”. Un capo che ha imposto standard di risultato mai raggiunti prima e che nel 2009, per i Campionati Mondiali di Nuoto di Roma, è stato indossato da quasi il 70% degli atleti. Da allora il brand si è fatto conoscere: prima Inticom Spa (proprietaria del marchio Yamamay) ne ha acquisito il controllo, per entrare nel settore abbigliamento sportivo. Poi, nel 2011 si è verificata una crescita ulteriore con la fusione di Inticom (e, quindi, di Yamamay e Jaked) con Kuvera (marchio Carpisa) e la presenza di Jaked, insieme agli altri due brand, nel Gruppo Pianoforte Holding Spa.
Il culmine risale al 2012, con la partenza del progetto franchising e l’apertura dei primi negozi monomarca JAKED che raccontano l’evoluzione del prodotto e la strategia aziendale. Non più solo nuoto, ma abbigliamento tecnico sportivo a 360 gradi, in nome dei più alti standard qualitativi e tecnici. Merito dell’incessante investimento nella ricerca e dello sviluppo di nuovi materiali e tecnologie costruttive. Di grandissima eccellenza.
Nel 2019 Jaked entra a far parte di Miriade, azienda italiana leader nella produzione e distribuzione di accessori di brand di proprietà e in licenza (Valentino di Mario Valentino). Miriade è onorata di accogliere un brand di nicchia ma altamente qualificato.