JazzInn, l’assessore Matera a Pietrelcina: Qui laboratorio di idee

62
in foto jazzin da sinistra Corrado Matera, Giuseppe De Nicola, Vincenzo Napoli e Domenico Masone

“Sono qui perché cerco soluzioni per l’integrazione territoriale. Il nostro obiettivo è la diversificazione dell’offerta turistica della Campania attraverso l’integrazione tra grandi attrattori, come Napoli e la Costiera, con le aree interne ancora poco conosciute e su cui contiamo puntiamo a investire per diventare la prima regione italiana per turismo. Oggi siamo la quinta ma paghiamo il gap di tanto sommerso e, appunto, di una eccessiva focalizzazione dell’offerta sui grandi centri. Con i percorsi dell’anima abbiamo già avviato un discorso su turismo religioso e Pietrelcina è in questo senso un ottimo esempio della strada della strada che abbiamo intrapreso. Continueremo con investimenti su turismo enogastronomico e la cultura della dieta mediterranea”. Così Corrado Matera, assessore regionale al Turismo, a margine della prima giornata di “JazzInn – Interferenze Territoriali tra Jazz e Innovazione” in programma nel paese di Padre Pio da lunedì 30 luglio a mercoledì 1 agosto.
Nella cornice del “Festival Jazz sotto le Stelle di Pietrelcina”, aperto domenica 29 luglio da Gegè Telesforo, Dario Deidda e che vedrà esibirsi nei prossimi giorni tra gli altri Max Ionata e i Funk Off, prende vita un esperimento di matching imprenditoriale in grado di fare sintesi tra piccole realtà, come i comuni del Sannio, del Cilento e dell’Irpinia, con big player come Tim, realtà istituzionali come Anci, Ancitel e Invitalia, quattro territoriali di Confindustria (Benevento, Napoli, Bari e Basilicata) e Assoknowledge, l’Associazione italiana dell’Education e del Knowledge di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, piattaforme come “Destination Italia” (joint venture tra Banca Intesa e Last Minute per la promozione degli itinerari minori), la Fondazione Banco di Napoli e Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana. Grazie alla collaborazione con l’Ambasciata della Svezia in Italia, le migliori startup saranno selezionate per il Techfest di Stoccolma, tra i più importanti appuntamenti dello scenario europeo dell’innovazione emergente.
Partito oggi, lunedì 30 luglio, JazzInn si è focalizzato con centinaia di attori chiamati a raccolta nel piccolo borgo sannita su soluzioni innovative per la pubblica amministrazione, A testimoniare la capacità di JazzInn di fare “coesione territoriale” tra Nord e Sud del Paese, l’intervento di Alessio Ciacci, direttore generale di Acsel Spa, società piemontese a capitale pubblico che riunisce 39 Comuni della Valle di Susa specializzata in servizi innovativi nel settore ambientale, che si confronterà con amministratori e startupper su mobilità sostenibile e gestione dei rifiuti. Ancora su tematiche ambientali è intervento Leonardo La Sala, coordinatore dell’Osservatorio Internazionale per l’Economia del Mare, che ha presentato tecnologie dedicate, come quelle sviluppate dalla Install, innovativa azienda partenopea che ha progettato sistemi di indagine sottomarina per l’analisi dei fondali.
“JazzInn – evidenzia Giuseppe De Nicola, cofounder di Ampioraggio e ideatore dell’iniziativa – è anche una pratica di coesione territoriale, imprenditori e rappresentanti istituzionali liguri o piemontesi scelgono di venire a trascorrere tre giorni nel Fortore per presentare best practice, offrire e accogliere soluzioni per avviare progetti sostenibili per migliorare la pubblica amministrazione e le iniziative d’impresa”. Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno, aggiunge: “Sono venuto al JazzInn per raccogliere idee su due temi: soluzioni per il corwdfunding su interventi di agopuntura urbana, ovvero su come finanziare anche piccole iniziative di quartiere per la riqualificazione territoriale; e soluzioni per ottimizzare l’offerta di applicazioni rivolte a semplificare il rapporto tra cittadini e istituzioni. Ho raccolto molte proposte concrete, che presto ospiteremo al Palazzo dell’Innovazione di Salerno”.
A presentare e ascoltare proposte l’Anci – Associazione dei Comuni Italiani, Ancitel, società di servizi per i Comuni dell’Anci specializzata in tecnologie digitali, che con la Fondazione Ampioraggio ha di recente sottoscritto un protocollo di intesa proprio sui temi declinati nella prima giornata di JazzInn, a cominciare dall’utilizzo dei Fondi Sprar destinati alla gestione dei rifugiati e dei migranti. Presentata, per esempio, la “Casa musicale” ideata da Quinto Fabio di Salerno, concessionario Yamaha (strumenti musicali), finalizzata alla ricostituzione delle tradizionali bande musicali dei centri meridionali anche attraverso la formazione musicale dei migranti.
Per quanto riguarda gli appuntamenti di domani martedì 31 luglio, si parlerà di “Open Industry: Open Innovation per lo sviluppo delle imprese” con cinque territoriali di Confindustria: Benevento con il presidente Filippo Liverini e il responsabile di Piccola Industria Pasquale Lampugnale, Firenze con il presidente della sezione nord Claudio Tasselli, e Napoli, Bari e la Basilicata con Gaetano Cafiero, Maria Rosaria Scherillo e Crescenzo Coppola, rispetti responsabili dei Gruppi Servizi Innovativi, per avviare un programma di collaborazione sullo sviluppo innovativo del Sud. In tutte e tre le giornate saranno presenti anche rappresentati della Fondazione Banco di Napoli e Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana interessati a progetti di social innovation.
Presenti anche Enrico Inferrera, presidente di Confartigianato Napoli e della Centrale di Garanzia Fidi di Artigiancassa; Floriano Zambon, presidente nazionale dell’Associazione Città del Vino, per incontrare startup e innovatori impegnati nel campo della smart agricoluture nel settore e approfondire le opportunità legate alla candidatura ottenuta dell’area Telesina a Città Europea del Vino 2019; Alessandro Sciolari, direttore generale di Assoknowledge, l’Associazione italiana dell’Education e del Knowledge di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, che presenterà la best practice di Fornovo, polo un polo di eccellenza Tecnico-Professionale per la meccanica-materiali compositi, allo scopo di replicare quel modello sul food; Carlo Allevi, Ceo di “We Are Starting” piattaforma di equity crowdfunding (con la presenza dell’azienda Pralina di Melpignano che, su We are Starting, ha raccolto oltre 100 mila euro), Leonardo Frigiolini, amministratore delegato della milanese F&P Srl, società specializzata nell’emissione di mini bond per le Pmi. Il 31 luglio verrà presentata “Destination Italia”, piattaforma nata dalla Joint Venture tra Intesa San Paolo e Last Minute e rivolta agli itinerari turistici di fascia B. Interessa le aree minori del paese per valorizzarne l’offerta turistica, l’incontro interessa operatori turistici, pro loco, associazioni culturali e amministrazioni.