Jobs Act, le previsioni di Poletti:
150mila posti in più entro il 2015

14

I primi risultati del Jobs act si potranno nel “secondo trimestre di quest’anno, quindi aprile, maggio e giugno perché a marzo avremo l’approvazione definitiva e ognuno I primi risultati del Jobs act si potranno nel “secondo trimestre di quest’anno, quindi aprile, maggio e giugno perché a marzo avremo l’approvazione definitiva e ognuno avrà il tempo di capire di cosa si tratta“. Ne è convinto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che intervenendo a Rtl 102.5 ipotizza 150mila posti di lavoro in piuùnell’arco dell’anno. “Poi un pò di tempo serve – prosegue – anche perché noi siamo alla coda di una crisi che dura da sette anni e sappiamo che il lavoro parte sempre un pò dopo della ripresa economica, perché la prima cosa che fanno le aziende è far tornare a lavoro i cassintegrati e utilizzare appieno gli impianti. Immagino che avremo una prima fase dove questi elementi torneranno a compensarsi, ma sono convinto che nell’arco del 2015 potremo avere intorno i 150mila posti di lavoro in più“. Poletti aggiunge: “Se pensiamo che un anno fa ne abbiamo persi 200mila credo che sia un cambiamento di segno, poi sappiamo che la dinamica della crescita tende ad incrementarsi, come una partenza da fermi: se si parte da fermi si va pianino, poi dopo un pò si accelera. Questa credo che sarà la dinamica che avremo di fronte, ma nei prossimi quattro mesi vedremo segni importanti“.