Jobs, fresatrice made in Italy per il titanio russo

89

E’ stata interamente progettata e prodotta in Italia dall’azienda piacentina Jobs, la nuova fresatrice installata nella fabbrica russa Vsmpo, maggiore produttrice mondiale di titanio. Anche l’installazione nello stabilimento di Verchnjaja Salda è stata realizzata da un team di specialisti italiani. La nuova fresatrice a controllo numerico serve per la lavorazione di pezzi di grandi dimensioni per il settore aeronautico. Dal 1980 Jobs produce macchine e impianti automatizzati per fresatura a 3 e 5 assi ad alta velocità e ad alta potenza largamente impiegati dalle più avanzate aziende mondiali per lavorazioni ad altissimo contenuto tecnologico. La sede produttiva centrale impiega circa 280 persone. Jobs esporta verso i paesi più industrializzati l’80% della propria produzione ed è riconosciuta come azienda di riferimento nella tecnologia delle lavorazioni di fresatura ad alte prestazioni per produzioni aerospaziali, aeronautiche, automobilistiche, meccanica generale ed energia.