Just Eat, a Napoli aumenta del 20% il numero dei ristoranti associati

62

La ristorazione napoletana non si ferma, registrando una crescita di ristoranti che scelgono il digital food delivery con Just Eat, +20% rispetto al 2019, e raggiungendo un totale di oltre 600 ristoranti partner in città e oltre 1.000 in provincia, con 60 comuni con crescita territoriale del 7%. A rappresentare in modo particolare questa crescita c’è Castellamare di Stabia con +108% e quasi 30 ristoranti partner. Napoli si posiziona così come una della città che meglio rappresentano il costante consolidamento del digital food delivery, come evidenziato dai risultati del quarto Osservatorio annuale sul mercato dell’online food delivery condotto da Just Eat (www.justeat.it), app leader per ordinare online cibo a domicilio in tutta Italia e nel mondo, e parte di Just Eat Takeaway.com, leader nel mercato della consegna di cibo a domicilio e top player assoluto fuori dalla Cina.
Secondo la Mappa del Cibo a Domicilio di Just Eat i napoletani preferiscono l’hamburger, che si posiziona in testa alla top 3 delle cucine più ordinate dopo la pizza. Tra i piatti più ordinati alette di pollo, hamburger classico e bacon burger. Seguono i dolci al secondo posto (cornetto con nutella, graffa semplice, cornetto con crema e amarena) e il giapponese al terzo (nigiri sake, sashimi sake, sashimi salmone). Chiudono la top 5, per numeri di ordini assoluti, pollo e panini.
Oltre alle cucine più ordinate, lo studio rivela però anche le cucine più in crescita e i food trend del momento. Dall’analisi emerge un podio in cui spopola il poké con +150%, con una crescita guidata da: green poké, cheesecake alla maracuja, bay poké e dalla possibilità di poter comporre il proprio poké a seconda dei gusti. Segue la cucina healthy con +20%, grazie a frutta, zuppe, verdure al vapore, vellutate, tranci di salmone, insalate. Tra i trend che si registrano in città e guidati dall’apertura anche di nuovi ristoranti dedicati spicca anche il fritto.