Juve in rosso, aumento di capitale da 200 milioni

2

TORINO (ITALPRESS) – Ancora un bilancio in rosso, sebbene con una drastica riduzione delle perdite, ma ci sarà un nuovo aumento di capitale da 200 milioni a “conferma dell’impegno e del legame che la famiglia Agnelli ha con la Juventus e che quest’anno raggiunge i 100 anni”, sottolinea il Ceo Maurizio Scanavino. Il Consiglio di Amministrazione della società bianconera ha approvato oggi “il progetto di bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2023 che evidenzia una perdita di 123,7 milioni (239,3 milioni al 30 giugno 2022), in parte influenzata dagli effetti negativi sui ricavi e sui costi correlati agli esiti dei procedimenti sportivi italiani e internazionali”, si legge in una nota del club. Il Cda ha anche “aggiornato le stime del Piano 2023/24-2026/27, che conferma le linee strategiche e di sviluppo del gruppo fondate sulla competitività sportiva, sul rafforzamento del brand e sul consolidamento dell’equilibrio economico-finanziario, con rilevante e strutturale riduzione dell’indebitamento finanziario netto. Sulla base di stime preliminari al 30 settembre 2023, il primo trimestre dell’esercizio è previsto chiudersi con perdite superiori al terzo del capitale sociale, integrando i presupposti previsti dagli artt. 2446 e 2447 cod. civ”. “A supporto della realizzazione degli obiettivi del Piano, nonchè tenuto conto degli impatti – nell’esercizio in corso e in quello precedente – derivanti dagli esiti dei procedimenti sportivi italiani e internazionali avviati nel 2022/23, il Consiglio di Amministrazione ha definito le linee guida di una manovra di rafforzamento patrimoniale da attuarsi mediante la riduzione del capitale sociale al minimo legale e contestuale aumento del capitale sociale, a pagamento, per massimi 200 milioni di euro”. La Exor, informa ancora la Juventus, “ha espresso il proprio sostegno all’operazione, impegnandosi a sottoscrivere la quota di aumento di capitale di propria pertinenza, pari al 63,8%, e ha inoltre manifestato la propria disponibilità ad effettuare versamenti in conto futuro aumento di capitale per massimi 128 milioni circa. Juventus valuterà di costituire un consorzio di garanzia per la sottoscrizione e liberazione delle nuove azioni eventualmente non sottoscritte”. Il bilancio sarà sottoposto ad approvazione in occasione dell’assemblea ordinaria degli azionisti del 23 novembre all’Allianz Stadium. “Questo aumento di capitale – ha sottolineato ancora Scanavino a Sky Sport – arriva in un momento molto importante: la non partecipazione alle coppe europee a causa della squalifica poteva mettere in difficoltà la società ma grazie a queste risorse possiamo progettare con serenità e decisione il futuro prossimo della Juventus. Sono risorse – chiarisce – che devono essere inserite in un progetto che deve coniugare sostenibilità e competitività: sono stati confermati i giocatori più rappresentativi e di valore della Juventus e per il futuro il progetto, condiviso con l’allenatore e il direttore sportivo, vedrà un mix di campioni esperti e solidi e giovani talenti che emergeranno dalla Next Gen o che andremo a individuare sul mercato con un preciso progetto di scouting”. E per quanto riguarda gli obiettivi di questa stagione, “siamo allineati con Allegri e Giuntoli: la Juve deve tornare a essere vincente al più presto. Bisogna procedere passo dopo passo, con i piedi molti saldi per terra, e vedremo dove riusciremo ad arrivare. La qualificazione alla Champions è però fondamentale per l’equilibrio dei conti”.
– foto Image –
(ITALPRESS).