Karlie Kloss, regina delle passerelle 2015

71

Karlie Kloss, segni particolari: super top-model! Nata il 3 agosto del 1992 a Chicago, 1.85cm di altezza, sportiva, amante del cioccolato fondente e delle passeggiate in bicicletta questa splendida indossatrice statunitense, con il suo incedere sicuro e sensuale in passerella, ha stravolto i canoni estetici della bellezza femminile, esaltandola con un gran carico di fascino e simpatia! La sua carriera professionale nel mondo della moda inizia fin da giovanissima, quando venne scoperta ad un evento di beneficenza a St.Louis (dove la sua famiglia si trasferisce quando è ancora una bambina) e, di lì in poi, dopo il debutto in esclusiva sulla passerella newyorchese di Calvin Klein nel 2007 è proseguita in una formidabile scalata verso il successo planetario. Qualche esempio? E’ una delle modelle preferite dalla maison Chanel, volto per L’Orèal Paris ed e stata angelo sexy per Victoria’s Secret. Karlie inizia a forgiare il suo fisico statuario con la danza a partire dal 2002 quando frequenta la Caston’s Ballet Academie insieme alle sue tre sorelle. In seguito prosegue con dure lezioni di fitness (disponibili anche in video per il grande pubblico). Bellissima ed affascinante in una decina di anni surclassa tutte le sue colleghe incassando un successo dopo l’altro. Nel 2008, ad esempio, è eletta Best Model da People’s Magazine; nel 2013, posa per il Calendario Pirelli ed ha vinto il Best Model Social Media Award mentre ed, infine, nel 2015, appare nel video musicale di Nile Rodgers “I’ll be there”. Karlie Kloss è un’autentica fuoriclasse che, a soli 23 anni, ha già raggiunto quasi tutti gli obiettivi a cui una vera top può ambire: covergirl per magazine come i-D, Elle, Harper’s Bazaar e le edizioni più prestigiose di Vogue; campagne pubblicitarie per Dior, Bulgari, Jason Wu, Marc Jacobs e per tanti altri brands esclusivi, sfilate per i più importanti designers di New York, Milano e Parigi. Il sito models.com, recentemente, l’ha definita: “Una new supermodel. Karlie è energia pura, vitale, positiva”. Sempre su di lei, Ed Razek, il direttore creativo di Victoria’s Secret ha detto: “Non è solo un angelo ma è anche una persona umanamente speciale e sono sicuro che il futuro le riserverà ancora molto”. Queste sono le parole che hanno annunciato il termine del contratto con il marchio di lingerie in seguito alla decisione di Karlie di iscriversi alla NYU Gallatin School of Indvidualized Study. Intanto, nel suo prestigioso curriculum, spicca anche il fatto che Steven Meisel, dal 2009 ad oggi, l’ha scelta ben 5 volte come covergirl per Vogue Italia, asserendo: “E’ pazzesca, conosce i vestiti e come muoversi, ha cosi tanta energia e aggiunge ad uno shooting una magia che mai avrei immaginato!”. Karlie Kloss è anche una ragazza dal cuore d’oro; infatti, si dedica spesso a progetti di beneficenza e, non a caso, i suoi “Karlie’s Kookies” sono ormai famosi nella fashion industry: biscotti preparati dalla modella americana e venduti con lo scopo di raccogliere fondi a favore dei bambini malnutriti nel mondo. Anche per questo motivo Alexander Wang la descrive come un: “raro mix di bellezza e personalità”. Uno stile ed un appeal tutto personale che traspare anche dalla grande dedizione che infonde in ogni ingaggio che ottiene, cercando di assorbire il meglio che la vita da modella le regala: viaggi, opportunità e la conoscenza di professionisti creativi. A Vogue UK dichiara: “Devi crescere rapidamente in questo mestiere, viaggi spesso sola e devi mantenere alto il mood e cercare di fare squadra con le giovani ragazze con cui ti trovi a condividere il set”. E’ senza dubbio un’icona non solo nel mondo della moda, ma anche per le milioni di ragazze che la seguono sui social (il suo Instagram conta più di due milioni di followers), scegliendola come modello positivo. Lo scorso settembre è finita sulla cover di Vogue America tra le “Insta Girls”, ovvero le nuove supertop che dominano i social networks. Insomma, nonostante nei media scandali e bad girls siano un evergreen, nel caso di miss Kloss sembra che la genuinità alla “Girl Next Door” ripaghi alla grande!

karlie