Kelyon, anche l’ambasciatore inglese per celebrare i dieci anni di attività dell’azienda napoletana

45

Kelyon, azienda napoletana specializzata nello sviluppo di dispositivi medici software e applicazioni e-Health compie 10 anni.
Per celebrare questo importante anniversario si è tenuto a Napoli, nella mattinata di oggi il #Kelyon10, un convegno in cui esponenti delle istituzioni, del settore farmaceutico, universitario ed ospedaliero si sono incontrati per discutere sul tema delle applicazioni digitali per la sanità.
Presso l’Auditorium di Eccellenze Campane in Via Brin, è stata l’occasione per celebrare un’importante azienda napoletana che ha al suo attivo svariate collaborazione nazionali ed internazionali. Presenti all’incontro erano il Presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Vito Grassi, e il Presidente Commissione Sanità del Consiglio Regionale della Campania Stefano Graziano che hanno aperto i lavori porgendo i saluti istituzionali.
Di particolare rilievo è stato l’intervento via skype di Barbara Lezzi, Ministro per il Sud, che ha sottolineato come le aziende come Kelyon siano dei veri a propri esempi da seguire per la capacità di sviluppo e networking e di creare lavoro ed attrazione anche al Sud. Hanno partecipato alla tavola rotonda, presieduta dalla giornalista di Cor.Com Federica Meta, Rossella Lucchini e il Business Manager Giorgio Longo entrambi di Pfizer Italia, Nicola Normanno, Direttore del Dipartimento Ricerca dell’Istituto Nazionale Tumori, Fondazione Pascale e Roberto Tagliaferri, professore ordinario dell’Università di Salerno. I relatori hanno presentato le applicazioni già realizzate e i possibili sviluppi di quello che può essere il futuro della digitalizzazione della sanità e dei vantaggi che questo tipo di progetti portano in ambito di ricerca medica e sanitaria oltre che di miglioramento della vita dei pazienti affetti da particolari patologie.
Ha chiuso i lavori l’intervento di Jill Morris, l’ambasciatore britannico in Italia e San Marino, che si è detta particolarmente contenta dei rapporti internazionali attualmente in essere, e in corso di implementazione, tra l’Italia ed il paese da lei rappresentato.
Le conclusioni sono state affidate a Gaetano Cafiero, CEO di Kelyon, che ha ripercorso i 10 anni della sua azienda ringraziando per il sostegno ricevuto in questi anni la sua famiglia, in primo luogo, i suoi collaboratori e le istituzioni con cui collabora e che credono nelle capacità e possibilità di sviluppo proposte dalla sua azienda.

I dieci anni di Kelyon