Kiev, ecco il piano di pace: tra i Paesi garanti c’è l’Italia. Mosca: E’ un prologo alla Terza Guerra Mondiale

120

La presidenza ucraina ha pubblicato sul suo sito una nuova bozza delle garanzie di sicurezza che intende richiedere a garanzia di un futuro possibile cessate il fuoco con la Russia, tornando a indicare una lista di Paesi garanti tra cui alcuni membri dell’Ue, compresa l’Italia, gli Stati Uniti, il Regno Unito, l’Australia, il Canada e la Turchia. Il documento, elaborato da un gruppo di esperti e intitolato ‘trattato di Kiev sulla sicurezza’, e’ stato presentato oggi dal capo dello staff del presidente Volodymyr Zelensky, Andriy Yermak, con l’ex segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen.

Medvedev: Così la campagna militare finirà per passare a un altro livello
La bozza delle garanzie di sicurezza per l’Ucraina diffusa oggi dalla presidenza di Kiev è “di fatto un prologo alla Terza Guerra Mondiale”. Lo ha scritto su Telegram il vicepresidente del Consiglio di Sicurezza russo Dmitry Medvedev. “Naturalmente, nessuno darà alcuna garanzia ai nazisti ucraini, dopotutto è quasi come applicare l’Art. 5 del Trattato della Nato”, ha aggiunto. “Se questi idioti continueranno a pompare senza freni il regime di Kiev con i tipi di armi più pericolosi – ha avvertito l’ex capo del Cremlino – prima o poi la campagna militare passerà a un altro livello”.