Kim non si ferma: “Ora tocca a Guam”

15

Seul, 30 ago. (AdnKronos) – Nuove minacce agli Stati Uniti e ai Paesi della regione da parte della Nordcorea. I media di stato di Pyongyang, citando il leader Kim Jong-un, hanno annunciato che il lancio del missile balistico che martedì ha sorvolato il Giappone è stato solamente il “primo passo” di una più vasta operazione militare nel Pacifico. Nuovo obiettivo è il “contenimento di Guam”, l’isola sulla quale si trova una base militare Usa, definita una “base avanzata di invasione”.

E’ la prima volta che attraverso l’agenzia ufficiale Kcna la Nordcorea ammette apertamente il lancio di missili balistici nello spazio aereo giapponese. I lanci precedenti erano stati definiti lanci di satelliti.

Nel frattempo, il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha condannato con forza il lancio nordcoreano, definito “oltraggioso”, e ha chiesto a Pyongyang di sospendere tutti i test missilistici. Non sono però state minacciate nuove sanzioni contro il regime.