KNT-Kiton, parte da Manhattan la nuova linea per i millenials in viaggio

66

Parte da Manhattan la nuova linea KNT-Kiton new texture: la prima collezione “capsule” di abbigliamento giovane ma realizzata con tutti gli elementi del Dna Kiton, e’ stata tenuta a battesimo nella flagship newyorchese con un occhio rivolto ai millennials, “nuovo cittadini del mondo”. Accompagna il debutto con una campagna fotografica firmata Francesco Carrozzini, figlio di Franca Sozzani e genero di Anna Wintour. La collezione di pochi pezzi facili – giacche morbide con i bottoni coperti, pantaloni da jogging extra lusso, maglioncini e sneakers, e’ firmata dai gemelli Mariano e Walter De Matteis, terza generazione della famiglia partenopea che sono anche i protagonisti della campagna pubblicitaria. KNT, che sta per Kiton New Texture, e’ disponibili da subito in alcune selezionate boutique Kiton in tutto il mondo. Il punto di partenza e’ la ricerca sui nuovi tessuti – lana 14-micron, cachemire italiano pettinato, il cotone pregiato cresciuto sulle isole della South Carolina e della Georgia – e i tagli di sartoria per cui e’ conosciuto il marchio napoletano. I colori si abbinano con quelli classici della casa, vale a dire nero, bianco, con ombre di grigio e di azzurro. Il concetto della valigia e’ portato avanti con capi che non fanno grinze una volta infilati nel bagaglio di un giovane pronto a partire all’ultimo momento con la carry-on perche’ ama viaggiare leggero. Kiton e’ un marchio all’insegna della manualita’: in KNT ha continuato a usare i filati piu’ nobili lavorati su telai mai usati prima d’ora con materiali cosi’ fini. Da sempre Kiton produce i propri abiti rigorosamente a mano e per questa ragione l’azienda ne sforna solo 18.000 ogni anno, realizzati da almeno 45 sarti, a un costo variabile dai 5.000 ai 15.000 dollari fino ad arrivare ai 50 mila per il modello K-50 che richiede 50 ore di produzione.