L’Ambasciata italiana di Mosca accoglie le imprese campane ospiti del “World Wide”

30

 

L’Ambasciata d’Italia a Mosca e’ stata recentemente sede del passaggio di consegne dei suoi primi rappresentanti: e’ arrivato Pasquale Terracciano che a sua volta aveva lasciato Londra per rilevare una delle piu’ importanti caselle diplomatiche per i prossimi anni.
Nato a Napoli il 4 maggio 1956, dove nel 1978 si laurea in giurisprudenza e nel 1980 supera l’esame di Stato di avvocato. La carriera diplomatica inizia nel 1981. Svolge i primi incarichi alla Direzione Generale del Personale, è Console a Rio de Janeiro nel 1985 e Primo Segretario alla NATO a Bruxelles dal 1989 al 1992, dove è incaricato, tra l’altro, dei rapporti con la stampa.
Rientrato a Roma nel 1993, lavora al Coordinamento Comunitario della Direzione Generale Affari Economici ed è successivamente nominato Consigliere del Gabinetto del Ministro. Dal 1996 al 2000 è Primo Consigliere dell’Ambasciata d’Italia a Londra, nonchè Direttore Aggiunto per l’Italia nella Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo. Nel 2000 torna alla Rappresentanza alla NATO come Primo Consigliere, responsabile dei negoziati tra NATO e Unione Europea. Nel 2001 è chiamato ad assumere l’incarico di Vice Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri. Dall’ottobre 2004 al giugno del 2006 ha ricoperto l’incarico di Capo del Servizio Stampa Informazione e di Portavoce del Ministro degli Esteri. Successivamente è stato Ambasciatore a Madrid (dal 31 luglio 2006 al 20 luglio 2010). Poi, dal 21 luglio del 2010 al 20 novembre del 2011, ha ricoperto l’incarico di Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini (con cui ha sempre mantenuto eccellenti rapporti). Dal 21 novembre 2011 è stato Consigliere Diplomatico del Presidente del Consiglio dei Ministri e suo rappresentante personale/Sherpa per il G8 e G20. Dal 27 marzo 2013 ha assunto anche le funzioni di Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri ad interim. Dal primo maggio 2013 ricopre l’incarico di Ambasciatore a Londra accreditato anche presso l’International Maritime Organization (IMO). Al suo incipit diplomatico l’evento che sicuramente attirera’ molte aziende campane: il World Wide Moscow ” che  si svolgerà dall’11 al 14 ottobre 2017 all’interno di Crocus Expo, il principale quartiere fieristico della Russia con oltre 260 aziende espositrici tra italiane ed estere. Il Salone World Wide Moscow è considerato l’appuntamento di riferimento del settore casa-arredo per la Russia e per i Paesi del suo bacino geopolitico ed è meta di oltre 30.000 operatori del settore. La manifestazione si distingue non solo per l’alta qualità dell’offerta merceologica,  dal mobile classico al prodotto di tendenza fino al luxury – ma anche per la propria identità proponendosi quale fiera di riferimento delle idee per interni, una selezione dei mobili presentati al Salone del Mobile. Milano: dagli arredi agli imbottiti, apparecchi per l’illuminazione, cucine, mobili da ufficio, complementi, arredo-bagno, tessile, elementi d’arredo ed elementi tecnici di arredo per la casa/contract.     Il Salone Satellite WorldWide Moscow, e’  una opportunità molto ambita dai giovani designer russi e dei Paesi delle ex repubbliche sovietiche sia per i contatti che offre con gli espositori presenti sia per la visibilità internazionale grazie alla presenza della stampa. La manifestazione è organizzata da Federlegno Arredo Eventi con la collaborazione di ICE, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. La scorsa edizione dei Saloni WorldWide Moscow ha registrato oltre 30.000 presenze nei quattro giorni della manifestazione e ha visto la partecipazione di 300 aziende – di cui il 22% estere provenienti da Australia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Russia, Spagna e Stati Uniti su una superficie di oltre 10.000 metri quadrati – il meglio del settore presentato al Salone del Mobile. In piena sinergia con i Saloni WorldWide Moscow, sempre dal 2005, il Salone Satellite WorldWide Moscow  e’ una opportunita’  molto ambita dai giovani designer russi e dei Paesi delle ex repubbliche sovietiche , sia per i contatti che offre con gli espositori presenti sia per la visibilita’ internazionale grazie alla presenza della stampa. L’imprenditoria russa , in un momento particolare in cui la situazione internazionale preoccupa, continua imperterrita a cercare joint con i Paesi esteri, e cerca nella Campania uno dei suoi principali luoghi interlocutori.