L’Ambasciata italiana e i festeggiamenti di San Gennaro negli Usa

53

Martedì 19 settembre il Consolato degli Stati Uniti a Napoli rimarrà chiuso per la festività di San Gennaro, Patrono della città, ma nel contempo annuncia che a New York invece i festeggiamenti in onore di San Gennaro iniziano il 19 e dureranno fino al 24 settembre. Le strade della storica Little Italy, il quartiere di Manhattan che fu la prima casa in America per centinaia di migliaia di immigrati italiani a partire dall’inizio del XX secolo, saranno decorate di verde, bianco e rosso. Tradizione e devozione, ma anche musica, danze e ottima cucina italiana. Come ogni anno, anche la 91esima edizione della Feast of San Gennaro viene organizzata dai Figli di San Gennaro, Inc., un’associazione no profit dedicata a mantenere vive le tradizioni dei primi immigrati italiani negli Stati Uniti. E’ uno degli appuntamenti più attesi dalla comunità italiana di New York, un evento che raccoglie un numero immenso di visitatori provenienti da tutto lo Stato e dal mondo e un momento importante che mette insieme italiani d’America e Americani. La Festa di San Gennaro è tra le più belle e sentite nella Grande Mela. Un appuntamento fisso che l’anno scorso tocco’ il suo 90° anniversario. L’amata Feast of San Gennaro è un festival annuale presentato dai Figli di San Gennaro, organizzazione no-profit che da anni si impegna a mantenere lo spirito e la fede dei primi immigrati italiani. L’organizzazione (che si chiama Children of San Gennaro) è molto attiva in città – ha donato più di 2 milioni di dollari alle scuole del vicinato, alle parrocchie e alle altre organizzazioni di beneficenza dal 1996 fino ad oggi – e realizza annualmente la festa più grande e lunga di New York City e attrae – sono i numeri dell’organizzazione – circa  1 milione di persone per ogni edizione, provenienti da ogni parte della Terra. La prima festa a New York City si è svolta il 19 settembre del 1926. Da pochissimo tempo avevano preso ad insidiarsi nuovi immigrati provenienti da Napoli. Proprio gli stessi che decisero che si sarebbero ricostruiti una vita nel quartiere di Little Italy. E furono sempre loro che, per mantenere le tradizioni, ricordare le loro origini e lo spirito del Santo Patrono di Napoli, stabilirono di continuare a celebrare la giornata a lui dedicata. La festa, già molto sentita, divenne ancora più importante, un appuntamento annuale per gli italo-americani di NY, tanto che trovò la collaborazione e l’unione di tanti altri italiani che già vivevano a Little Italy o che lentamente, nel tempo, iniziarono ad abitarla. E oggi a New York, dopo ben 91 anni, la Festa è attesissima, prescinde da ogni cosa e ha un record fisso anche in termini di durata: 11 giorni! Quindi, per un periodo lungo, molto lungo per gli standard di New York, Little Italy si trasforma completamente. Nelle strade c’è un’esplosione di gioia e di colori e si lascia spazio a tutti quelli che per ricordare San Gennaro e le tradizioni italiane invadono il quartiere. La Festa di San Gennaro è l’evento Top di Settembre ed è tra i più importanti di NYC. Di quelli che tutti segnano la data nel calendario. Per 11 giorni Mulberry Street, ed esattamente la parte di Mulberry Street tra Canal St e la Houston (dove ci sono i due ingressi) è un tricolore. Negli angoli di Grand St e Mott St ci sono, invece, i palchi per gli eventi musicali e le competions della Festa. Le celebrazioni sono molto sentite, come detto, tanto che anche gli Italiani del Bronx e di Belmar, in New Jersey, festeggiano il patrono. Ma nulla è paragonabile all’organizzazione di Little Italy. Quest’anno la festa si terrà dal 14 al 24 settembre. La cosa più divertente è che anche in una città come New York, durante questi giorni, si respira l’atmosfera tipica delle feste popolari, delle sagre. Mulberry e’ piena di bancarelle che friggono pizze e zeppole, preparano lasagne, tortelli, salsicce e polpette al sugo, e vendono torrone e cannoli fa uno strano effetto. In fondo, stiamo parlando sempre di New York City. La Festa ogni anno ripropone dei must ai quali è un obbligo partecipare. Non si potrà dire di essere stati alla Festa di San Gennaro a NY senza vedere almeno una delle due competizioni (polpette e cannoli!) o partecipato alla processione del 19 settembre.Tra l’altro, sono proprio questi i giorni in cui le celebrazioni fanno il pieno  di visitatori.