L’ Istituto Petronio saluta gli ospiti Erasmus: Insieme per costruire l’Europa del domani    

121

All’Ipseoa Petronio ultimo giorno con gli ospiti dell’ Erasmus. La scuola alberghiera diretta da Filippo Monaco, partner insieme a Grecia, Spagna, Bulgaria, Turchia del progetto Innovation and Mobile Learning, è stata sede ospitante per una settimana della delegazione europea. E così docenti ed alunni delle scuole La Salle Sagrado Corazòn di Jerez de la Frontera (Spagna), Esperino Gymnasio di Karditsa (Grecia), Ahmet Hamdi-nurzan Ishakoglu Anadolu Lisesi di Rize (Turchia), Stefan Tsanov in Knezha ( Pleven-Bulgaria) si sono ritrovati al Petronio, scuola referente in Italia del progetto, per condividerne la tappa conclusiva e continuare ad apprendere e scambiare nuovi metodi didattici da applicare a strumenti digitali. Un programma ricco di momenti di interscambio culturale terminato venerdì 21 febbraio, nella sede centrale dell’ Istituto flegreo, con la presentazione dei lavori svolti dalle varie scuole europee e la consegna degli attestati di partecipazione da parte del dirigente Monaco e dell’assessore al Comune di Pozzuoli Annamaria Attore. A seguire il saluto conviviale con il gustoso pranzo in stile “Carnevale”, preparato, servito e supportato dall’ impareggiabile staff dei tre settori di punta della scuola, ovvero cucina, sala, e ricevimento. Encomiabile il lavoro svolto da tutta la task force del Petronio preposta in questi giorni all’ organizzazione dell’evento Erasmus con il coordinamento della prof. Rosaria Capuano, responsabile del progetto Mobile Learning. A partire dall’arrivo di lunedì scorso 17 febbraio fino alla giornata dei saluti finali, è stato grande il fermento delle giornate condivise col team estero. Gli alunni guidati dai docenti hanno potuto così mettere in pratica le app innovative e fare tesoro della conoscenza del territorio campano attraverso le visite guidate nel Rione Terra, Tempio di Serapide, Pompei, Piscine Mirabilis, centro storico di Napoli.  “ Questo progetto è stato proposto per garantire un interscambio e valorizzare le eccellenze della scuola, un modo per poter lavorare in classe con strumenti digitali, stimolare la scuola ad una nuova progettualità e alla costruzione di ambienti di apprendimento e di innovazione didattica – dichiara il dirigente Filippo Monaco- che conclude- “il Petronio si candida ad essere un polo scolastico di respiro europeo dove la conoscenza delle lingue rimane uno dei traguardi principali da far conseguire agli alunni, insieme all’ impegno innovativo nell’ educare le nuove generazioni al tema della sicurezza online e ad un uso critico e responsabile delle tecnologie digitali. La condivisione e lo scambio di idee, progetti, strumenti di lavoro e profili educativi di alto respiro, è il valore aggiunto per costruire una vera comunità educante, l’Europa del domani”.