La Bce lascia i tassi fermi al minimo storico

33

Roma, 8 giu. (AdnKronos) – Il Consiglio direttivo della Bce ha lasciato fermi ai minimi storici i tassi di interesse: quello sulle operazioni di rifinanziamento principali resta a 0%; quello sulle operazioni di rifinanziamento marginale allo 0,25% e quello sui depositi presso la banca centrale a -0,40%.

La Banca centrale europea ha poi confermato “che intende condurre gli acquisti netti di attività, all’attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro, sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione”.

La Bce “è pronto a incrementare in termini di entità e/o durata il programma” di acquisto di attività, il cosiddetto Quantitative Easing “se le prospettive diverranno meno favorevoli o se le condizioni finanziarie risulteranno incoerenti con ulteriori progressi verso un aggiustamento durevole del profilo dell’inflazione” si legge nella nota diffusa al termine della riunione periodica, in cui si ribadisce come “contestualmente agli acquisti netti sarà reinvestito il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività”.