La Caserma Tescione di Caserta sarà un polo amministrativo. Gara per la fornitura di servizi tecnici

55
in foto la Caserma Tescione vista dall'alto

Sono oggetto di un appalto attualmente in gara i servizi tecnici da realizzare sull’Ex Ospedale Militare San Francesco da Paola di Caserta, oggi nota come “Caserma Tescione” su cui l’Agenzia del Demanio sta sviluppando un piano di razionalizzazione. Il Piano prevede che al suo interno, nelle porzioni non più utili alle funzioni militari, possano essere ricollocate le Amministrazioni statali che oggi si trovano in spazi affittati ai privati, generando così un risparmio di spesa. La Caserma Tescione è un bene vincolato, collocato a ridosso della Reggia Vanvitelliana, e ha una superficie complessiva di oltre 83.000 mq. Le attività tecniche messe a bando in due lotti, coinvolgono diversi fabbricati, per un totale di circa 33.000 mq: si tratta di indagini ambientali, servizi di ingegneria e architettura per il rilievo geometrico, architettonico, tecnologico ed impiantistico da restituire in modalita BIM sui manufatti esistenti, per la valutazione delle prestazioni termo-igrometriche e della vulnerabilità sismica, nonché per l’esecuzione di indagini geologiche, geotecniche, idrologiche, vegetazionali ed archeologiche estese a tutto il parco. Questi approfondimenti sono propedeutici alla successiva progettazione di interventi di rigenerazione di tutti gli spazi coinvolti, mentre, nel frattempo, per l’edificio principale, cosiddetto “Monoblocco” è già in fase di progettazione, l’intervento di restauro e risanamento conservativo dell’edificio.