La Doria entra nel mercato dei prodotti Halal

150
LA DORIA AZIENDA ALIMENTARE ESTERNO SEDE STABILIMENTO

Granarolo, Parmalat, La Doria, La Molisana e molti altri brand importanti del Made in Italy, entrano a pieno titolo nel mercato dei prodotti certificati Halal da WHA. Quando il criterio halal è correttamente applicato e implementato, il risultato finale è quello di ottenere un bene o un servizio che in tutte le fasi di produzione ed erogazione rispetta rigorosissimi criteri di sicurezza alimentare. L’alimentazione halal, secondo gli schemi internazionali, segue direttive importanti per la salute dell’essere umano indipendentemente dal suo credo religioso. I consumatori musulmani, per poter consumare un prodotto si devono accertare che sia halal, che tradotto dall’arabo significa lecito. L’alimentazione halal segue dei presupposti salutari anche per chi non è musulmano garantendo il consumo di cibo sano privo di patogeni potenzialmente pericolosi per la salute umana. Se nel mondo venisse consumato cibo halal, il coronavirus non si sarebbe mai sviluppato, non è un caso che i pipistrelli rientrano nei cibi haram che in arabo significa illecito. In Italia i musulmani sono circa 2 milioni, nel mondo 1,8 miliardi, secondo le ultime stime, il mercato halal ha generato consumi per 2.2 trilioni di dollari, confermando il trend che anche i non musulmani consumano halal per salvaguardare la propria salute. World Halal Authority (www.wha-halal.org), ente di certificazione halal riconosciuto a livello mondiale, in collaborazione con le più importanti autorità e i maggiori enti di accreditamento internazionali, ha per obiettivo quello di informare il maggior numero di persone riguardo l’importanza di un’alimentazione sana.