La Farnesina incontra le imprese, Alfano: Noi motore per spingere il brand Italia

21
 
“Noi come Italia siamo nel G7, ma non siamo una superpotenza economica. Siamo la superpotenza della bellezza, della cultura, del design, del talento imprenditoriale e individuale. L’insieme di tutto questo fa il brand Italia e noi come Ministero degli Esteri e come Farnesina dobbiamo essere il motore che spinge questo brand”. Lo ha detto il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, agli imprenditori e ai consoli riuniti oggi alla Camera di Commercio di Napoli, per il convegno La Farnesina incontra le imprese. “Viviamo un momento abbastanza positivo per le esportazioni italiane, che nel 2016 sono cresciute del 14,5%. La Campania è nella top ten delle regioni esportatrici, al nono posto, con una media di esportazione superiore alla media nazionale, con i quattro settori che trainano di più, cioè l’agroalimentare, l’aerospazio, il farmaceutico e l’abbigliamento, e con i quattro mercati di esportazione che sono stati assolutamente confermati, Francia, Svizzera, Stati Uniti e Regno Unito”. Alfano ha parlato della Campania come di una “regione dinamica che nel 2015 ha avuto un interscambio commerciale di 12,4 miliardi. E non si tratta di un’esportazione congiunturale che può andare a svanire, anzi c’è tanta innovazione, ricerca e capacità di dimostrare che investire nel Sud Italia non è assolutamente un freno all’esportazione”. 
A sostegno soprattutto del sistema delle PMI, “che ha tanta qualità e tanto talento, ma manca di quel supporto che le consente di realizzare il goal”, il ruolo della rete diplomatico-consolare diventa centrale. “Nell’anno 2014-2015 si stima che le gare e i contratti, aggiudicati anche in ragione del sostegno della rete diplomatico-consolare, a beneficio di imprese italiane, abbiano prodotto l’1,1% del PIL e 234mila posti di lavoro. Il 61% di quei risultati vale per le piccole e medie imprese – ha sottolineato il Ministro –. Visto che il sistema funziona dobbiamo fare in modo che tutte le imprese siano a conoscenza che, in 126 Paesi del mondo, ci sono 200 uffici retti dalla nostra rete diplomatico-consolare, pronti a considerare la diplomazia economica come parte della loro missione”. In questa direzione va la decisione di organizzare per il prossimo 25 luglio, nell’ambito della conferenza annuale degli ambasciatori a Roma, uno “spazio importante per permettere agli imprenditori di parlare con gli ambasciatori italiani di qualunque parte del mondo”.

La Farnesina incontra le imprese