La Fondazione Cusani: Napoli può diventare la capitale del benessere. Il Comune ascolti il Terzo settore

57
in foto, seduti al tavolo, Dario Cusani ed Eliana Viviano

Come può Napoli diventare la capitale del benessere facendo aumentare il Bli (Better life index), ovvero l’indicatore della qualità della vita? Se n’è parlato al convegno “Napoli capitale del benessere” svoltosi a Palazzo Ischitella per iniziativa della Fondazione Cusani. L’incontro ha innanzitutto messo in evidenza – partendo dalla relazione annuale 2020 di Banca Italia e dalle considerazioni finali del Governatore Ignazio Visco – le differenze empiriche tra il Bli e il Pil, Prodotto interno lordo, studiato dall’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico). La relazione di Eliana Viviano, del Dipartimento Economia e Statistica della Banca d’Italia, ha fornito quindi una panoramica della situazione economica delle famiglie in Italia e in Campania nel periodo post pandemico.
Il benessere, è stato spiegato, non è solo economico e monetario; esso deve riflettere, si legge in una nota diffusa dalla Fondazione Gabriele e Lidia Cusani Onlus,”anche le condizioni di carattere sociale, civile e culturale che i Comuni riconoscono attraverso il grande contributo delle associazioni di volontariato, ovvero il Terzo Settore che affianca le istituzioni pubbliche e interagisce nell’interesse delle comunità”. “Le potenzialità della città di Napoli – prosegue la nota – sono innumerevoli e alcune sono state affrontate dai rappresentanti del mondo del lavoro della cultura e del sociale, che intendono contribuire alla crescita e allo sviluppo della nuova amministrazione, come Federica Brancaccio, presidente Acen, Marco Esposito, giornalista e scrittore economico che ha presentato alcuni argomento del suo libro Zero al Sud, 
Desiree Klain, giornalista, e Massimiliano Cerrito, presidente del Festival Barocco”.
Del resto, ha spiegato Dario CUsani (presidente della Fondazione) la partecipazione attiva delle associazioni di volontariato è espressamente prevista “e ci attiveremo con la nuova amministrazione affinché si crei la una rete digitale delle associazioni iscritte all’Albo Comunale quale strumento di interfaccia con tutti gli assessorati”.
La Fondazione Cusani Onlus è responsabile del progetto (presentato ad Acen Città Metropolitana) del Laboratorio Sociale Urbanistica Parametrica per la pianificazione Urbana Green City fondate sui motori di sviluppo dell’Industria Culturale e Ambientale a cura di Dario Cusani, Francesco Saverio Forte, Giuno d’Ecclesiis e Massimiliano Cerrito.