La Fondazione Valenzi ricorda la mostra sul ‘700 a Napoli voluta dall’allora sindaco e da Causa

12
in foto Maurizio Valenzi (da Wikipedia)

Lo storico dell’arte Stefano Causa illustrerà oggi a Napoli, dalle 11 nella sede della Fondazione Valenzi al Maschio Angioino, il valore e l’importanza della mostra “Civiltà del Settecento a Napoli”, inaugurata a Capodimonte nel dicembre del 1979, fortemente voluta da Maurizio Valenzi, allora sindaco di Napoli, e da Raffaello Causa, all’epoca Soprintendente ai Beni Artistici della Campania e direttore del Museo di Capodimonte. Tutto ciò a partire dai cataloghi delle mostre “Civiltà del Settecento” e “Civiltà del Seicento”. La Fondazione Valenzi infatti, con l’impegno della responsabile della Biblioteca Maria Rosaria Bacchini, ha creato e aperto al pubblico la “Biblioteca Maurizio e Litza Valenzi”, regolarmente inserita nel circuito nazionale delle biblioteche e in particolare nel Polo SBN di Napoli. Si vuole con gli eventi “Il sabato della Biblioteca” valorizzarne alcuni volumi e soprattutto rendere la biblioteca stessa uno spazio di cultura e dibattito, non mero contenitore di libri, che inneschi una serie di buone pratiche in grado di avvicinare studenti e pubblico e fare rete con le Università e altre biblioteche. Dal 23 al 29 settembre sarà anche possibile visitare la mostra “Libri e relazioni: dediche, amicizie e collaborazioni politiche” con i libri ricevuti in dono da Maurizio Valenzi in cui sono state trovate dediche di autori e di amici, che rappresentano uno spaccato della cultura della seconda metà del secolo scorso. Dal Lunedì al Sabato dalle 10 alle 18.