Ricostruire, rigenerare, neopopolare: al via il Festival della Soft Economy e il seminario estivo di Symbola

55

E’ cominciato stamattina, martedì 5 luglio, e proseguirà fino a sabato 9 luglio, a Treia, in provincia di Macerata, il Seminario estivo di Symbola, intitolato quest’anno “La forza della sostenibilità in Italia oggi”. Arrivato alla ventesima edizione, il Seminario si è affermato come uno dei più importanti appuntamenti nazionali di riferimento sull’economia, la società e l’economia, sui temi della sostenibilità, dello sviluppo, della competitività e del posizionamento strategico del Paese. Lo ha annunciato la stessa “Fondazione delle qualità italiane”, ricordando che il seminario sarà preceduto, come tradizione, dal Festival della soft economy, arrivato alla decima edizione, che si svolgerà da oggi (5 luglio) al 7 luglio. Quest’anno, al centro dei due appuntamenti c’è il tema della sostenibilità, “non come un vincolo astratto, ma come una chiave per le difficili sfide che abbiamo davanti”, sottolineano gli organizzatori. “Come dice il Manifesto di Assisi, affrontare con coraggio le crisi legate al clima, alla pandemia e alla guerra è necessario, ma rappresenta anche un’occasione per costruire un’economia e una società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro”, proseguono. E ancora: “Possiamo farlo a partire dalla convinzione che non c’è nulla di sbagliato in Italia che non possa essere corretto con quanto di giusto c’è in Italia. Possiamo farlo se chiamiamo a raccolta le energie migliori e se guardiamo il nostro Paese negli occhi, senza pigrizia e con più empatia: è la missione che da sempre condivide la Fondazione Symbola”.
Importanti i numeri dei due appuntamenti organizzati dalla Fondazione, che promuove e aggrega le “qualità italiane”: 22 appuntamenti, oltre 180 relatori, 51 ore di confronto e dibattito in presenza e in diretta streaming, 28 partner e patrocini. “Molta della forza della sostenibilità in Italia – dichiara Fabio Renzi, segretario generale Fondazione Symbola -, oggi viene proprio dai quei territori che saranno il decisivo banco di prova della nostra capacità di affrontare le sfide che abbiamo di fronte: dai mutamenti climatici all’economia circolare, dalle nuove opportunità all’urgenza di combattere le crescenti disuguaglianze; dalla nuova centralità della montagna alla necessità di dar vita alle nuove filiere della bioeconomia, prima tra tutte quella dei boschi, delle foreste, del legno-arredo e delle costruzioni all’attuazione del Piano Nazionale Complementare al PNRR per la rigenerazione dell’Appennino centrale, colpito dai sismi del 2016 e del 2009”. Dunque, “occorrono una società e un’economia più empatiche, in cui creatività, ricerca e tecnologia danno vita a nuovi processi di produzione di beni e servizi, si incrociano e valorizzano il patrimonio culturale materiale e immateriale di mestieri e saperi tradizionali e si alimentano di bellezza, relazioni e valori”. Poi aggiunge: “L’iniziativa, giunta alla sua XX edizione, rappresenta una delle principali e più originali piattaforme di incontro, scambio, narrazione delle qualità italiane: dalla meccanica all’agroalimentare, della ricerca al terzo settore, dalla cultura alla manifattura”.

IL PROGRAMMA DI OGGI – MARTEDÌ 5 LUGLIO 2022
ore 9.30 – 19.00 | Teatro Comunale Treia
NEXT APPENNINO: RICOSTRUIRE, RIGENERARE, NEOPOPOLARE

in collaborazione con Commissario straordinario Sisma 2016 – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Unioncamere, Camera di Commercio delle Marche, Officina Italia, Bim Tronto, Confartigianato Imprese Macerata- Ascoli Piceno – Fermo, Confindustria Macerata, Confidi Macerata

ore 9.30 – 13.00
STRATEGIA, OBIETTIVI, ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE
COMPLEMENTARE PER L’APPENNINO CENTRALE

Saluti
FRANCESCO MASSARA Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche e Vescovo di Fabriano-Matelica
ERMETE REALACCI Presidente Fondazione Symbola
GINO SABATINI Presidente Camera di Commercio delle Marche
Introduce e coordina
FABIO RENZI Segretario generale Fondazione Symbola

Strategie, obiettivi e strumenti del Piano nazionale complementare al PNRR per la rigenerazione economica, sociale e territoriale dell’Appennino centrale
ROMANO BENINI Coordinatore segreteria tecnica PNC aree sisma 2016/2009
Intervengono
NICOLA ALEMANNO Sindaco di Norcia, delegato Anci Umbria Cabina di regia
MARCO BUSSONE Presidente nazionale Uncem
FRANCO CAPPONI Sindaco di Treia, delegato Anci Marche Cabina di regia
LUIGI CONTISCIANI Presidente Bim Tronto
ROBERTO DI VINCENZO Presidente Carsa, Officina Italia
SAURO GRIMALDI Presidente Confindustria Macerata
GIORGIO MENICHELLI Segretario generale Confartigianato Macerata-Ascoli Piceno e Fermo
TOMMASO NAVARRA Presidente Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga
GIANLUCA PESARINI Presidente Confidi Macerata
MASSIMO SARGOLINI Università di Camerino, Esperto Commissario Ricostruzione post sisma 2016 PNC
ANDREA SPATERNA Presidente Parco nazionale Monti Sibillini

Concludono
GUIDO CASTELLI Assessore al Bilancio e alla Ricostruzione Regione Marche
DONATELLA TESEI Presidente Regione Umbria
ELISA GRANDE Capo Dipartimento Casa Italia, Presidenza del Consiglio dei Ministri
GIOVANNI LEGNINI Commissario straordinario del Governo per la Ricostruzione sisma 2016

RIPRESA DEI LAVORI
ore 15.00 – 16.00
PRESENTAZIONE DEL PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMMISSARIO STRAORDINARIO SISMA 2016, IL COORDINATORE DELLA STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE SISMA 2009, IL DIPARTIMENTO CASA ITALIA E LE FONDAZIONI ARISTIDE MERLONI, MAGNA CARTA E SYMBOLA, GLI ISTITUTI CENSIS E ISTAO, LE ASSOCIAZIONI FEDERTREK, LEGAMBIENTE E UNCEM

Introduce e coordina
GIOVANNI LEGNINI Commissario straordinario del Governo per la Ricostruzione sisma 2016

Intervengono
MARIO BALDASSARRI Presidente Istao
MARCO BUSSONE Presidente nazionale Uncem
GIULIO DE RITA Ricercatore Censis
Sen. GAETANO QUAGLIARELLO Presidente Fondazione Magna Carta
ANTONIO NICOLETTI Responsabile Legambiente Aree protette e biodiversità
ALESSANDRO PIAZZI Presidente nazionale FederTrek
FABIO RENZI Segretario generale Fondazione Symbola
GIAN MARIO SPACCA Vice presidente Fondazione Aristide Merloni

ore 16.00 – 17.00
PRESENTAZIONE PROGETTO RINASCITA CENTRO ITALIA
Nuovi sentieri di sviluppo per l’Appennino centrale interessato dal
Sisma del 2016

Coordina
OSCAR BUONAMANO Direttore editoriale Carsa Edizioni, Officina Italia

Intervento introduttivo
MASSIMO SARGOLINI Direttore della Scuola di Architettura e Design “E.Vittoria” dell’Università di Camerino

Intervengono
PIETRO MARCOLINI Università di Macerata
ELISA GRANDE Capo Dipartimento Casa Italia, Presidenza del Consiglio dei Ministri

ore 17.00 – 18.00
I CENTRI DI ECCELLENZA UNIVERSITARIA: UN ASSE STRATEGICO PER IL RILANCIO E LO SVILUPPO DEI TERRITORI

Introduce e coordina
ROMANO BENINI Coordinatore segreteria tecnica PNC aree sisma 2016/2009
Intervengono i Rettori delle Università interessate
CLAUDIO PETTINARI Rettore Università di Camerino
GRAZIANO LEONI Pro Rettore Vicario Università di Camerino
MAURIZIO OLIVIERO Rettore Università degli Studi di Perugia
DINO MASTROCOLA Rettore Università degli Studi di Teramo
DARIO COMPAGNONE Università degli Studi di Teramo
STEFANO UBERTINI Rettore Università degli Studi della Tuscia

ore 18.00 – 19.00
IL PROGETTO VIRIDEE: IL RUOLO DEL TERZO SETTORE PER L’ATTUAZIONE  DEL PNRR E DEL PNC NELLE MARCHE

Introduce e coordina
SIMONE BUCCHI Presidente CSV Marche

Intervengono
MASSIMILIANO SPORT BIANCHINI Presidente ARCI Marche
MARCO CIARULLI Presidente Legambiente Marche
LUIGINO QUARCHIONI Coordinatore CSV Marche progetti di rete
ROBERTO PAOLETTI Presidente Bottega del Terzo Settore