La gatta cenerentola, domani in 90 sale la favola made in Napoli

136
Arriva al cinema – in 90 sale – domani (giovedì 14 settembre) “Gatta Cenerentola” di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone. Una produzione Mad Entertainment con Rai Cinema, in partecipazione con Big Sur, in collaborazione con SkyDancers, in collaborazione con Tramp Ltd e O’Groove. Prodotto da Luciano Stella e Maria Carolina Terzi, con il contributo di Mauro Luchetti. Una distribuzione Videa. Film riconosciuto di interesse culturale con contributo economico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Direzione Generale per il Cinema. Il film è stato presentato in Concorso in Orizzonti alla 74a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. 
 
LA TRAMA 
Cenerentola è cresciuta all’interno della Megaride, un’enorme nave ferma nel porto di Napoli da più di 15 anni. Suo padre, ricco armatore della nave e scienziato, è morto portando con sé nella tomba i segreti tecnologici della nave e il sogno di una rinascita del porto. La piccola vive da allora all’ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. La città versa ora nel degrado e affida le sue residue speranze a Salvatore Lo Giusto, detto ‘o Re, un ambizioso trafficante di droga che, d’accordo con la matrigna, sfrutta l’eredità dell’ignara Cenerentola per fare del porto di Napoli una capitale del riciclaggio. La nave, infestata dai fantasmi-ologrammi di una tecnologia e di una storia dimenticate, sarà il teatro dell’intera vicenda e metterà in scena lo scontro epocale tra la miseria delle ambizioni del presente e la nobiltà degli ideali del passato. Il futuro della piccola Cenerentola e della povera città di Napoli sono legati ad uno stesso, sottilissimo, filo.