La metafora dello sport

54

di Ugo Righi

La squadra del napoli calcio ha vinto contro la Juventus!!
Non è solo una partita di calcio vinta, è una metafora, come può esserlo lo sport in generale. “Sin dai tempi di Aristotele, lo studio della metafora ha spaziato dalla sua funzione puramente linguistica fino alla sua capacità di creare un’immagine inedita ed originale, dando vita ad una nuova forma di percezione ed interpretazione della realtà . L’uso e la funzione della metafora sono insomma in stretta connessione con le convenzioni socio-culturali di un determinato gruppo umano”.
Si può usare lo sport come metafora della vita o del funzionamento di un’organizzazione, di un’impresa, di una città.
In una squadra, ad esempio, c’è un sistema di potere rappresentato dallo sponsor e dal leader.
Con la proprietà, il leader definisce gli obiettivi e assume la responsabilità dei risultati: strategie e responsabilità = visione – partite e campionato.
Contribuisce alla campagna acquisti = la composizione della rosa, I componenti del team, le alleanze.
Cura I “fondamentali” e il miglioramento individuale di gruppo = coaching individuale e del team.
Elabora gli schemi di gioco e di convivenza = organizza e definisce le regole di funzionamento.
Cura lo spogliatorio = à clima
Sviluppa la mentalità vincente à “cultura” valori.
Amministra la “giustizia” = rispetto delle regole.
Sceglie la squadra che va in campo = decide nei momenti critici e assegna responsabilità.
Valuta I successi- insuccessi = fa apprendimento – miglioramento continuo.
Sostiene-richiama = dà feed-back – supporto sviluppo.
Alza le competenze – tiene aggiornate le esigenze di cambiamento = formazione – inserimenti eccellenti.
Se qualcuna di queste dimensioni non è rispettata il sistema, non funziona e occorre ricreare le condizioni per le performance.
Lo stesso modello può essere riletto in termini di sistema d’impresa o anche di città.
Provateci, come allenamento metaforico, quali sono i ruoli che si potrebbero collegare a quelli sportivi visti e quali le condizioni di buon funzionamento?
Tornando alla vittoria della squadra di calcio del Napoli e sfruttando la metafora mi chiedo: “Perché a Napoli il cittadino, che sembra aggiungere alla squadra un ingrediente intangibile di passione che moltiplica tutto, non prova a fare questo con la propria città e fare in modo che possa primeggiare, non solo nel calcio ma nella bellezza, nel senso civico e nella qualità della vita?”