“La mia prima”, ultimi giorni per la mostra fotografica

60

Venerdì 5 ottobre si terrà a Napoli (Via San Giovanni in Porta, 32) il finissage della mostra “La mia prima”, che si è tenuta dal 14 al 30 settembre scorso. La mostra, a cura di Roberta Fuorvia, chiude l’anno accademico appena trascorso è allestita negli spazi di Magazzini Fotografici. “Siamo felici di condividere la nostra esperienza e mostrare il lavoro realizzato dai nostri fotografi in uno spazio dedicato alla fotografia che si è imposto come tra i più interessanti e attivi della nostra città – . dice Mario Spada, direttore artistico del Cfi -. I progetti in mostra sono il risultato di un lavoro di quasi un anno. Temi, stili, linguaggi, approcci, installazioni, tutti diversi, sono la testimonianza di un gruppo di fotografi eterogeneo valorizzato dalla visione didattica di tutti i docenti del Cfi”.
Inoltre, aggiunge Yvonne De Rosa, art director di Magazzini Fotografici: “Credo sia fondamentale dare spazio ai giovani talenti della fotografia e Magazzini Fotografici è il luogo dove la cultura visuale nasce con un intento specifico: creare dibattito intorno all’arte e alla fotografia”. I progetti esposti rappresentano la conclusione di un percorso e sono il trampolino di lancio di 8 giovani autori emergenti nel mondo della fotografia. In particolare nell’esposizione troveremo: i ragazzi della società sportiva Tam tam in Basket “seguiti in Born in Italy” da Carmen Sigillo; un toccante album dei ricordi di Carolina Sannino in “Cara mamma”; gli scatti rubati in momenti di intimità di Chiara Pirollo con “Intimus”; l’elaborazione della propria timidezza e delle paure interiori in “Hajirai” di Emanuela Gasparri; la sublimazione della bellezza non convenzionale delle 11 donne di Mariagiovanna Capone con “l’IMPERFECT”; i processi visionari dell’artista Renata Petti con “Transiti”; la trasformazione della materia plastica che diventa paesaggio galattico di Sergio Morra con “Polline”; la visione onirica dei soggetti che si liberano di una identità fisionomica di Valentina de Felice in “Sin Cara”.
Il Centro di Fotografia Indipendente è un’officina creativa, nata a Napoli nel 2013 dall’incontro dei tre fotografi Mario Spada, Biagio Ippolito e Luca Anzani con l’intento di sostenere, diffondere e sviluppare la cultura fotografica. Seppur profondamente radicato nel tessuto culturale partenopeo, il Cfi si apre all’innovazione proponendosi come luogo di condivisione e confronto di sguardi, nell’intento di percorrere nuove strade volte alla comprensione della realtà in cui viviamo. Accanto all’attività di formazione, che costituisce il suo nucleo fondante, ha realizzato, negli ultimi anni, seminari aperti al pubblico e collaborazioni con i più importanti maestri e operatori della fotografia italiana.