La Niaf celebra l’eccellenza dei rapporti Italia-Usa: Boccia (Confindustria) tra i premiati

76
in foto Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria

La National Italian American Foundation (Niaf) ha celebrato ieri sera nel corso dell’annuale gala a Washington i rapporti tra Stati Uniti e Italia. Dalla politica all’economia, dalla cultura alla collaborazione industriale, dalla ricerca scientifico-tecnologica all’innovazione, fino allo spazio, non vi sono settori in cui la relazione tra Italia e Usa non registri punte di eccellenza. Per la 43/ma edizione del gala (circa 2000 gli invitati) la Niaf ha scelto la Puglia come Regione d’onore. Presente anche il presidente della Regione Michele Emiliano che, insieme ad una delegazione istituzionale e di imprenditori locali, ha compiuto una visita negli Usa, partecipando pure alle celebrazioni per il Columbus Day a New York. Oltre a Emiliano, hanno partecipato al gala la senatrice Francesca Alderisi e il deputato Francesca La Marca. Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, Vito Pertosa, ad della Holding Angel, Giovanni Caforio, chairman e ceo di Bristol-Myers Squibb, Antonio De Matteis, ceo di Kiton Group e Lidia Bastianich, autrice di libri di cucina e ristoratrice, sono stati premiati dalla Niaf per il loro contributo al rafforzamento dei rapporti tra Italia e Usa. “Considero questo prestigioso premio – ha osservato Boccia – un riconoscimento all’industria italiana, la seconda manifattura d’Europa. In un Paese senza materie prime la consideriamo uno dei fondamentali della sua economia e delle precondizioni per la crescita. Questo riconoscimento lo considero anche un impegno e una responsabilita’ dell’industria italiana. Quando entrano in gioco bellezza, equilibrio e tecnologia entra in gioco l’Italia, un Paese con potenzialita’ elevatissime e con un’industria che guarda al mondo. Confindustria in questi anni non si e’ fermata a esprimere il suo pensiero economico ma è andata oltre per avere una nuova idea di società, aperta ed inclusiva”. L’ambasciatore d’Italia a Washington Armando Varricchio e’ intervenuto al gala sottolineando come “un elemento di fondamentale importanza nel florido rapporto che unisce l’Italia agli Stati Uniti sia proprio il prezioso contributo della comunita’ italo-americana che, nell’integrarsi perfettamente negli Stati Uniti, ha continuato a coltivare e alimentare vivaci rapporti con l’Italia in tutti i settori”. Nel fitto calendario di iniziative organizzate dalla Niaf, anche l’apertura di un Museo dedicato all’immigrazione italiana e un’esposizione di prodotti delle numerose aziende pugliesi attive nel settore eno-gastronomico che hanno portato a Washington un assaggio di eccellenza italiana.