La Notte della Taranta a Napoli: raccolta di fondi per salvare le oasi del Sud

75

La Notte della Taranta sbarca a Napoli, domani 23 luglio alle 18 in via Toledo, per sostenere il progetto di recupero di 4 oasi del Mezzogiorno d’Italia in collaborazione con Legambiente e Intesa Sanpaolo in Basilicata, Calabria, Campania e Puglia. I musicisti e i danzatori de La Notte della Taranta saranno in Campania per promuovere la raccolta fondi che consentirà di rigenerare l’oasi dei Variconi a Castel Volturno. Una festa che vedrà l’incontro tra pizzica e tammurriata con la partecipazione del gruppo Sette Bocche. Il ritmo del tamburello salentino e il suono inconfondibile della tammorra si fondono per uno spettacolo unico di musica e danza. L’oasi dei Variconi è un’area protetta situata alla sinistra della foce del Volturno e rappresenta una delle zone umide più importanti del mezzogiorno d’Italia.
L’area è interessata da flussi di uccelli migratori che provengono dall’Africa e si dirigono verso le zone di nidificazione dell’Europa centro-orientale e per questo rappresenta l’unica area favorevole dove sostare e rifocillarsi durante il lungo viaggio. Legambiente, nell’ambito della campagna Salva Italia (2010-2011, in collaborazione con la Lipu realizza un progetto di riqualificazione dell’area effettuando una grande pulizia del sito e costruendo due capanni per il birdwatching. L’obiettivo è quello di rendere finalmente fruibile l’area e contrastare il fenomeno del bracconaggio molto diffuso nell’area del litorale Domitio flegreo e molto spesso governato dalla criminalità organizzata. I capanni, nel corso degli anni, vengono più volte vandalizzati ma un gruppo di volontari, dell’organizzazione “Le Sentinelle” è sempre pronto per sistemarli e sono sempre numerosi i visitatori e gli amanti del birdwatching che visitano la Riserva.