La nuova sfida della Campania: Fondi Por per implementare le competenze digitali

130

Infrastrutture fisiche, competenze digitali e acquisizione di servizi innovativi. E’ questa la linea seguita dalla regione Campania in merito alla questione dello sviluppo digitale che rientra nell’asse del Por-Fesr 2014-2020 (Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo dello Sviluppo Regionale). La Regione sta portando a completamento l’intervento che assicura la disponibilità di una rete a banda ultra larga ad almeno 30 Mbps per tutta la popolazione e la massimizzazione della rete a banda ultra larga ad almeno 100 Mbps, con priorità per le aziende, le zone di insediamento industriale, le Pubbliche amministrazioni, gli ospedali e le strutture sanitarie (andando ad interessare circa 6.000 sedi della Pa e circa 69.000 sedi di imprese). Particolare attenzione è stata posta nell’individuazione dei settori di interesse prioritario da far raggiungere dalla connessione di rete diretta, quali sedi della Pa, sanità, beni culturali, centri di ricerca e scuole, oltre che imprese operanti nei settori strategici dell’economica campana. L’azione è su vasta scala territoriale (coinvolge tutti i 546 comuni campani) ed impegna un significativo ammontare di risorse pubbliche regionali, mentre la durata dell’intervento è compresa tra i tre ed i quattro anni. I lavori sono svolti in quattro fasi sequenziali che coinvolgeranno un numero di Comuni secondo una sequenza progressiva che, dalla prima alla quarta fase, prevede 33, 54, 117, 342 Comuni. Con lo scopo di aumentare il livello di accesso alla rete, la Strategia prevede il Wi-Fi per tutti gli edifici pubblici, con priorità per le scuole, gli ospedali e i luoghi ad alta frequentazione, prevedendo anche la possibilità di un’erogazione gratuita e integrando il Sistema Pubblico di Identità Digitale Spid quale strumento di autenticazione.
L’implementazione di questa azione rappresenta un fattore abilitante per aumentare il livello di accesso alla rete internet, favorendo l’utilizzo di servizi innovativi, lo sviluppo di iniziative imprenditoriali in settori innovativi e la crescita di attività collaborative collegate alla social economy. Quest’ultimo punto, in particolare, sottolinea la forte connessione nella strategia digitale regionale tra la disponibilità di infrastrutture di accesso ad Internet e la capacità di incentivare la creazione di imprese innovative. Si stima che nel 2020 ci sarà una forte mancanza di competenze specifiche per supportare i nuovi processi. Pertanto, la Regione Campania ha siglato un accordo di collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca che prevede la realizzazione di un ampio programma di innovazione che comprende, tra le altre, l’Agenda digitale della Campania, la Legge sulla Manifattura 4.0 e i programmi di supporto alle start-up. Da un punto di vista della formazione al lavoro e alle professioni digitali la Regione Campania si è inoltre attivata con due programmi di particolare interesse. Il primo Ë il supporto attraverso borse di studio dei 1000 studenti che frequenteranno nel triennio 2016-2019 la Apple Developer Academy, l’iniziativa di formazione per sviluppatori di app nata nel Campus universitario di San Giovanni a Teduccio della Università di Napoli Federico II. Attraverso un programma di formazione innovativo nei contenuti e nelle metodologie adottati, si sta formando una generazione di ‘creatori’ di servizi digitali. L’altra iniziativa E’ il programma Java Campania ñ Innovazione e Formazione Digitale, che consiste nella realizzazione di corsi di formazione per l’ottenimento della qualifica di Programmatore Java. Il valore dell’iniziativa consiste non solo nella diffusione di competenze di natura tecnica e digitale, ma anche nella possibilità di colmare il divario, esistente in Campania, tra la richiesta del mercato del lavoro e la disponibilità di competenze appositamente formate. Il programma, la cui partecipazione è gratuita, mira a coinvolgere 240 giovani e adulti non occupati, prevede una dote destinata ai primi classificati e l’acquisizione finale della certificazione Oracle Java.