La Tecnica nel Vetro emette un minibond da 5 mln di euro con il supporto di Banca Promos

208

Sono in aumento le aziende innovative che per i loro investimenti scelgono di finanziarsi ricorrendo al mercato dei capitali. Nuovo esempio di questa tendenza è La Tecnica nel Vetro che si appresta ad emettere, con il supporto di Banca Promos, il suo primo Minibond per 5 milioni di euro, un rendimento del 5,75%, scadenza tre anni. Fondata nel 1999, 84 dipendenti, uno stabilimento di 8000 metri quadri, l’azienda campana nel 2016 ha fatturato 11 milioni di euro (di cui il 16% rappresentato dall’export) ed è ormai una eccellenza nel settore industriale della lavorazione e trasformazione del vetro. Le lastre prodotte a Scafati vengono impiegate in edilizia sia pubblica che privata di alto pregio (la stazione TAV di Afragola firmata da Hadid, la sede Deloitte a Malta) grazie alla qualità dei materiali e delle lavorazioni ed all’utilizzo di macchinari ad elevata tecnologia. La Tecnica Nel Vetro, per confermare e accelerare il trend di crescita degli ultimi 5 anni, progetta nuovi investimenti, programma di introdurre nel ciclo di lavorazione tecnologie digitali innovative, punta a potenziare la presenza sul mercato internazionale, forte anche delle positive prospettive del mercato mondiale di riferimento. L’emissione servirà dunque a finanziare importanti investimenti tecnologici, diretti a migliorare la qualità (con sistemi di monitoraggio della produzione e riduzione di errori e scarti), ma anche la sicurezza sul lavoro (il reparto taglio viene recintato e la movimentazione avviene tramite robot, eliminando la fase manuale). Attraverso questi investimenti, la società vuole marcare un cambio di passo: da impresa a carattere artigianale ad azienda industriale di respiro nazionale con spiccata vocazione internazionale. Banca Promos ha guidato l’operazione in qualità di Arranger e, grazie alla lunga esperienza nel capital market e all’estesa rete di investitori istituzionali, affiancherà la società nel collocamento del bond che sarà quotato su di un Mercato Ufficiale.

 

Ugo Malasomma, presidente di Banca Promos