La torta caprese ha 100 anni. Commissionata da uomini di Al Capone, nacque per errore

433
in foto: il Bar Alberto e Al forno celebrano il centenario della torta caprese lanciando il panettone caprese, con cioccolato e mandorle tritate

Buon compleanno Torta Caprese. Il famoso dessert a base di cioccolato e mandorle compie 100 anni e pochi ne conoscono la vera storia, legata all’eccentrico passato dell’isola. A raccontarla oggi sono Alberto e Stefania Federico, titolari della storico “Bar Alberto in Piazzetta. “E’ una storia – dicono – fatta di semplicità e d’inventiva. Siamo nel 1920: al cuoco Carmine Di Fiore, proprietario di un laboratorio artigianale dell’isola, viene commissionata da tre malavitosi, giunti sull’isola azzurra per comprare una partita di ghette per Al Capone, una semplice torta con le mandorle, già conosciuta a Napoli alla corte dei Borboni dal 1700. Sembra che Di Fiore, non si sa se per la fretta, l’emozione o per semplice distrazione, commettesse un grave errore: dimenticandosi di aggiungere la farina per completare l’ impasto della torta. La mise in forno e fu così che nacque la torta caprese”. “Oggi questa torta è conosciuta in tutto il mondo e compie 100 anni e noi vogliamo festeggiarla a modo nostro – affermano i Federico -, con una rivisitazione gastronomica, la trasformazione della caprese in un gustosissimo panettone, per festeggiare il Santo Natale e per rendere omaggio ad un prodotto che è parte integrante della nostra cultura gastronomica”.