“La trattativa è una favoletta inventata”, la difesa chiede l’assoluzione per il generale Mori

22

Palermo, 28 giu. (Adnkronos) – La trattativa tra Stato e mafia “è una favoletta inventata” data “in pasto all’opinione pubblica” per “distrarla da storie poco commendevoli”. Mentre il generale Mario Mori è “da anni vittima di un killeraggio mediatico” e di una “giurisdizione politico-mediatico che tace davanti all’indagine ‘mafia e appalti’. Perché?”. L’avvocato Basilio Milio, legale storico del generale Mario Mori, parla per oltre quattro ore, davanti alla Corte d’Assise d’appello di Palermo, prima di chiedere “l’assoluzione” per l’ex ufficiale dell’Arma “perché il fatto non sussiste”. Un’arringa fiume, con una breve pausa, nell’aula bunker del carcere Pagliarelli di Palermo, per dire che la trattativa tra pezzi dello Stato e boss mafiosi “non è mai esistita”. E che il generale Mario Mori e il colonnello Giuseppe De Donno chiesero l’interlocuzione di Vito Ciancimino “nell’ambito di una attività info-investigativa per la cattura di latitanti”, come “dice anche la sentenza di assoluzione dell’ex ministro Calogero Mannino”. “Altro che trattativa…”, ripete l’avvocato.