La Ue aiuta le Pmi a proteggere le loro creazioni: Fondo Ue da 47 mln a tutela della proprietà intellettuale

72

La Commissione europea e l’Ufficio dell’Ue per la proprietà intellettuale (Euipo) hanno lanciato un nuovo Fondo europeo da 47 milioni, che offre voucher per le Pmi con sede nell’Ue per aiutarle a proteggere i loro diritti di proprieta’ intellettuale. Si tratta del secondo fondo messo in campo dall’Ue per supportare le piccole e media imprese nella ripresa dalla pandemia e in direzione della transizione ecologica. “Se le piccole e medie imprese vogliono crescere e guidare le nuove tecnologie allora necessitano della protezione delle loro invenzioni o creazioni, cosi’ come accade per le multinazionali. Nuove idee ed esperienza sono il principale valore aggiunto che abbiamo in Europa”, ha sottolineato la commissaria Ue alla Concorrenze Margrethe Vestager. Il sostegno di Bruxelles “aiutera’ le imprese a valorizzare le loro innovazione e cio’ e’ cruciale per le pmi che vogliono guidare la transizione green e digitale”; ha spiegato il commissario Ue al mercato interno Thierry Breton. L’erogazione dei fondi sara’ organizzata per ‘call’, a cui le pmi che vorranno potranno rispondere con le loro proteste. La prima ‘call’ e’ stata lanciata oggi dall’Ue. Con il fondo l’Ue contribuisce ai rimborsi di diverse spese, da quelle di registrazione del marchio o della titolarita’ di una nuova creazione a quelle legate a diversi servizi digitali.